Insegnante muore di overdose insieme a compagno: è stata trovata dalle figlie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:40

In provincia di Varese si è consumata una doppia tragedia: sono morti un’insegnante di inglese, Elena Gambino, e il compagno, Gianluca Macchi, a seguito di un’overdose. Le due figlie di lei, di 8 e 12 anni, nella tarda mattinata di martedì avrebbero trovato la madre morta durante la notte. Di fianco, il compagno riverso in gravi condizioni, morto in ospedale. 

insegnante morta

Le figlie, di 8 e 12 anni, sono entrate nella stanza della madre e l’hanno trovata morta. Di fianco il compagno che versava in gravi condizioni. Subito la chiamata al 118, recatosi nella villa d’epoca di via Cavour, a Castronno, con automedica e ambulanze. E’ morta di overdose, probabilmente per un mix di alcol e farmaci, Elena Gambino, insegnante di inglese di 48 anni. Il compagno Gianluca Macchi, 45 anni, si trovava riverso accanto al corpo di lei, in gravi condizioni. L’uomo sarebbe stato trasportato immediatamente in ospedale, ma per lui non c’è stato nulla da fare. E’ stato questo il risveglio delle due minorenni, figlie di lei, avvenuto in un martedì mattina qualsiasi. La madre era nota nel paese: nata e cresciuta negli Stati Uniti, si era trasferita a Castronno nella casa di famiglia. Dava lezioni di inglese nella provincia di Milano. Gianluca Macchi, invece, era originario di Gazzada Schianno e lavorava in un’azienda del circondario attiva nella produzione di occhiali.

LEGGI ANCHE -> Vaccino anti-Covid, virologo Vella: “Servono prove di efficacia e sicurezza”

LEGGI ANCHE -> Sale su una sedia e cade dal terzo piano: gravissima bimba di 2 anni

Stando a quanto riportato, la donna sarebbe stata già esanime all’arrivo dei soccorsi. Il compagno, invece, era in fin di vita. Per salvarlo i soccorsi lo hanno intubato, trasportato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale di Circolo e successivamente ricoverato in terapia intensiva. Eppure, nonostante tutto, le sue condizioni sono peggiorate irrimediabilmente in serata. A dare informazioni sulle cause della morte sono stati direttamente i carabinieri: probabilmente si è trattato di overdose dato da un mix di sostanze e alcol. Si attende, ad ogni modo, il risultato dell’autopsia per avere notizie più certe. A coordinare le indagini, il sostituto procuratore di Varese, Luca Petrucci. I dovuti accertamenti saranno condotti dai carabinieri della compagnia di Saronno. Al momento, però, resta esclusa una responsabilità di terzi, stando a quanto riportato dal Corriere. Ora si cerca di pensare alle figlie, stravolte da una duplice tragedia nel giro di una mattinata.