Dramma nel Bergamasco: morto fulminato un giostraio di 28 anni

Dramma nella Bassa bergamasca: un giostraio di 28 anni è morto fulminato mentre stava collegando la sua roulotte alla cabina elettrica dell’Enel. Il giovane era arrivato oggi da Milano per aiutare i suoi parenti.

giostraio fulminato a bergamo
giostraio fulminato a Bergamo – i soccorsi giunti sul luogo della tragedia – foto via Eco di Bergamo

Non ce l’ha fatta il giostraio italiano di 28 anni, morto folgorato intorno alle ore 13:00 di oggi a Ghisalba, nella Bassa bergamasca. La tragedia si è consumata in via Borsellino, dove da circa un mese era stato allestito un luna park. Il giovane, riportano le fonti, era appena arrivato in zona da Milano per dare una mano ai suoi parenti, per smontare insieme a loro le giostre. Inutili i soccorsi del 118.

La tragedia: 28enne morto a causa di una scarica da 380 volt

La vita gli è stata strappata da una scarica da 380 volt, al giovane giostraio di 28 anni deceduto oggi in quel di Bergamo. Il ragazzo era venuto a trovare i suoi parenti a Ghisalba, così da potergli dare un mano con il lavoro di smantellamento delle piccole attrazioni. Non lontano da via Borsellino, i pressi dell’area feste, era infatti stato allestito da qualche tempo un luna park, atto ad intrattenere la popolazione più giovane della zona.

Giostraio 28enne muore fulminato
il campo nei pressi dell’area feste di Ghisalba dove è morto il 28enne di Milano – foto via Eco di Bergamo

Una tragica fatalità, però, gli è costata cara. Secondo quanto riportano le fonti, tra le 13:00 e le 13:30 di oggi pomeriggio pare che il ragazzo fosse intento a collegare la propria roulotte alla cabina dell’elettricità pubblica, quando improvvisamente e inaspettatamente è stato raggiunto dalla forte scarica. Per la vittima, esercente anche lui di spettacoli viaggianti, non c’è stato nulla da fare. I primi soccorsi sono stati mossi da un vigile di passaggio, che ha tentato più volte – ma invano – di rianimarlo.

LEGGI ANCHE: Scanzi contro Briatore: “Basta con il negazionismo, la smetta di prenderci per il c..!”

LEGGI ANCHE: Roma, uno studente cade dal settimo piano: gravissime le sue condizioni

Sul luogo, poi, è sopraggiunto anche il personale medico sanitario del 118, con al seguito un’ambulanza della Croce Rossa di Urgnano in codice rosso. Insieme a loro anche i carabinieri di Treviglio e Martinengo, e i Vigili del fuoco di Romano e Bergamo. Proseguono ora le indagini per cercare di risalire all’esatta dinamica e alle effettive cause dell’incidente.