Home Cronaca Di Maio su Mario Draghi: “È una risorsa per l’Italia”

Di Maio su Mario Draghi: “È una risorsa per l’Italia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20
CONDIVIDI

Di Maio su Mario Draghi: “È una risorsa per l’Italia”. E poi ha aggiunto:”Ciò non vuol dire far le scarpe a Conte che ha tutta la mia fiducia”

Di Maio su Mario Draghi: "È una risorsa per l'Italia"
Di Maio su Mario Draghi: “È una risorsa per l’Italia” (GettyImages)

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, in un colloquio con “Non Stop News” su Rtl. 102.5 dice la sua sull’economista Mario Draghi. ”Tutte le risorse di questo Paese“, ha detto Di Maio, “in questo periodo critico dell’Italia, nella peggiore crisi dal dopoguerra ad oggi, serve che vengano impiegate nei posti dove abbiamo bisogno. E Mario Draghi è una risorsa per l’Italia“.

Di Maio poi precisa che “questo non vuol dire fare le scarpe al premier Conte che ha tutta la mia fiducia e mercoledì saremo insieme a presentare il patto per l’export per le nostre imprese”. 

Leggi anche:—>Paura a Roma, un cane aggredisce due bambini al parco: prognosi di 20 giorni

Leggi anche:—>Coronavirus, ecco cosa prevede il nuovo dcpm 7 settembre 2020

Penso che tutte le risorse della nostra Repubblica in questo momento vadano messe a disposizione del popolo italiano”, ha proseguito il ministro degli Esteri. ”Nei prossimi mesi dobbiamo concentrarci su come spendere bene i soldi’ del Recovery Fund perché questi soldi non ritorneranno più così tanti”. 

E sull’ipotesi che possa tornare a essere capo politico chiarisce:”Non sto pensando di tornare a essere capo politico, anzi vorrei vedere questo movimento che si responsabilizza, che individua persone in una leadership che siano in grado di portarlo avanti. È arrivato il momento di eleggere una leadership forte perché i movimenti come i partiti hanno bisogno di guide che non devono per forza essere singole, anche plurali, però che diano bene la strada che deve seguire”. Infine chiosa:”Quando mi sono dimesso a gennaio del 2020 ho detto che era importante una leadership plurale. Quando c’è uno solo che guida alla fine si deresponsabilizzano tutti”.