Home Cronaca Mattarella e Raggi commemorano i caduti dell’8 settembre a Porta San Paolo

Mattarella e Raggi commemorano i caduti dell’8 settembre a Porta San Paolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:14
CONDIVIDI

L’omaggio del capo dello Stato, della sindaca e del neoministro Guerini ai caduti per il 72esimo anniversario della difesa di Roma.

mattarella depone corona d'alloro x la commemorazione ai caduti di roma

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deposto stamattina una corona d’alloro per rendere omaggio ai cittadini e ai militari che l’8 settembre del 1943 persero la vita per difendere la Capitale dall’occupazione nazifascista. Alla cerimonia erano presenti anche il neoministro della Difesa, Lorenzo Guerini, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, la vicepresidente della Camera, Mara Carfagna, il segretario della Presidenza del Senato, Francesco Giro e l’assessore all’Urbanistica della Regione Lazio, Valeriani.

LEGGI ANCHE – Anniversario strage Gioia Tauro, Mattarella: “La lotta all’illegalità continui”

LEGGI ANCHE – Mattarella: “Bisogna rispettare la Costituzione, si rifletta sui miei poteri”

Una data fondamentale

L’8 settembre cade l’anniversario del proclama dell’armistizio firmato dal governo Badoglio nel 1943 con cui il Regno d’Italia cessò le ostilità verso gli Alleati durante la seconda guerra mondiale e sancì l’inizio della resistenza italiana contro il nazifascismo. “Se oggi viviamo in un Paese libero e democratico, è grazie al loro sacrificio, ha detto Guerini. Siamo qui per dire ai Caduti di Porta San Paolo che non li abbiamo dimenticati, che il loro sacrificio non è stato vano, ma soprattutto per dire che non abbiamo dimenticato il motivo per cui hanno pagato un prezzo così alto”. “Oggi è una data importante, ha sottolineato Raggi, carica di memoria e di significato per il Paese, per Roma, per tutti gli italiani. Senza dimenticare l’eccidio delle Fosse Ardeatine, le deportazioni di tanti ebrei romani e l’infamia dei campi di concentramento. Roma è orgogliosamente antifascista. La celebrazione si è poi spostata al Parco della Resistenza dove è stato reso omaggio con un’altra corona che ricorda i militari italiani caduti nella guerra di liberazione. Alle cerimonie erano presenti anche il prefetto di Roma, Piantedosi e il generale Vecciarelli.