Esplode un palazzo a Milano: crollano tre piani, diversi i feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:44

L’esplosione è avvenuta in piazzale Libia, in zona Porta Romana a Milano. Lo scoppio ha provocato la distruzione di tre piani e il ferimento di sei persone. Una di queste versa in gravi condizioni.

esplosione-palazzina-milano
La palazzina di Piazzale Libia – meteoweek.com

Un palazzo è esploso in pieno centro a Milano nelle scorse ore. Il luogo della fragorosa esplosione è uno stabile di piazzale Libia, in zona Porta Romana, una delle più centrali del capoluogo lombardo. Lo scoppio è stato avvertito intorno alle 7 del mattino da alcuni passanti, i quali hanno subito chiamato le forze dell’ordine per provare a capire qualcosa di più. E lo scenario non era di certo incoraggiante. Tre piani del palazzo esploso sono stati distrutti dallo scoppio, che ha portato anche al ferimento di sei persone. Una di queste versa in gravi condizioni.

Il condominio che è stato al centro della violenta esplosione contava su nove piani. Come detto, sono tre i livelli che sono stati distrutti, ma più in generale le conseguenze di questa deflagrazione ha coinvolto quasi tutto lo stabile, in quanto in otto piani si sono registrati già i primi danni in superficie. Centinaia di persone si sono riversate in strada, spaventate sia dal botto tremendo che dalle fiamme e dall’odore di bruciato che si avvertiva. E come detto, c’è anche una persona ferita in modo grave, ovvero un uomo di 30 anni rimasto gravemente ustionato.

La violenta esplosione, in base alle prime ricostruzioni, sarebbe partita da un appartamento sito a piano terra. Da qui è stato estratto l’uomo di 30 anni che ha riportato delle pesanti ustioni. Al momento la persona è cosciente, ma è stata trasportata d’urgenza presso l’ospedale Niguarda per cercare di porre rimedio alle conseguenze dello scoppio. Per il momento, ci sono altre cinque persone che sono rimaste ferite. Alcune di loro sono state medicate già sul posto, dalle ambulanze che si sono precipitate in piazzale Libia dopo le segnalazioni giunte in prima mattinata.

Polizia e vigili del fuoco al lavoro – meteoweek.com

Tra questi c’è anche una donna in stato di gravidanza, anche lei lievemente ferita e in stato di choc. In via precauzionale, è stata trasportata all’ospedale Mangiagalli di Milano. Il botto tremendo generato dall’esplosione è stato percepito in tutta la zona Sud del capoluogo lombardo. Al momento si stanno verificando le condizioni degli impianti a gas delle varie abitazioni. Si sospetta che la causa dell’esplosione sia legata proprio a una fuga di gas nell’appartamento da cui tutto è partito. Anche se, per il momento, si stanno contando soprattutto i danni.

Leggi anche -> Lo strazio della mamma di Willy: «Massacrato senza pietà, povero figlio mio»

Leggi anche -> Infermiera killer: processo da rifare, nelle motivazioni della sentenza mancano 13 pagine

I vigili del fuoco che sono riusciti ad addentrarsi nel palazzo hanno già riscontrato una serie di muri interni crollati. A questi si aggiungono diverse tapparelle d’acciaio che sono state sbalzate a diversi metri di distanza, vista la violenza dell’esplosione. Nel frattempo, sono stati fatti evacuare tutti gli inquilini del palazzo al centro della deflagrazione. A questi si aggiungono anche alcuni residenti dello stabile adiacente, ai quali per via precauzionale – e per agevolare gli interventi – è stato chiesto di lasciare momentaneamente le proprie abitazioni.