Gambe gonfie? Ecco i consigli e la ricetta della specialista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24

Gambe gonfie? Ecco i consigli  e la ricetta della dottoressa Caterina Cellai per contrastare significativamente il disturbo…

Gambe gonfie i consigli dell'esperta-Meteoweeek.com
Adobe Stock

Un’ indagine Doxa condotta su 500 donne di età compresa tra i 35 e i 40 anni ha stabilito che: una donna su tre soffre, o ha sofferto, di gonfiore alle gambe.
“L’edema, l’accumulo di liquido che causa il gonfiore di gambe e caviglie, è un problema con cui quasi tutti, e più frequentemente le donne, con l’arrivo dell’estate e gli sbalzi termici dovuti ai condizionatori, ci troviamo a dover fare i conti. – ha spiegato a Fanpage.it la dottoressa Caterina Cellai, dietista presso l’Ospedale San Raffaele di Milano – E alimentazione e idratazione sono due componenti essenziali che possono favorire o sfavorire questo fenomeno”. Dunque se il problema non ha una causa più grave legata al sistema circolatorio è possibile tornare ad avere delle gambe più leggere, con caviglie e polpacci visibilmente sgonfi

Acqua per eliminare l’acqua

Gambe gonfie rimedi: acqua-Meteoweek.com
Adobe Stock

Bere almeno due litri di acqua la giorno diventa indispensabile per contrastare la ritenzione idrica e ridurre l’edema. Quei pochi chili di troppo che l’ago della bilancia spudoratamente segna ogni qualvolta saliamo sulla “macchina della verità”,spesso, non sono un accumulo di massa grassa, bensì alla tendenza delle cellula di trattenere acqua “stagna” dentro di se, se non le forniamo quella nuova per il ricambio: ecco perché diventa necessario idratarsi anche per un corretto funzionamento cellulare.
Il nostro organismo inoltre mette in atto una sorta di meccanismo per cui meno beviamo, meno avvertiremo lo stimolo della sete: “Per essere sicuri di bere abbastanza facciamoci anche aiutare dalle app sullo smartphone, mettiamo dei promemoria. E poi ben vengano te, tisane e estratti, ma lasciamoli fuori dal computo dei litri”.

No al sale, per la salute delle gambe

Gambe gonfie: no sale-Meteoweek.com
Adobe Stock

Purtroppo è così, rassegnatevi! Il sale non fa bene che sta tentando di perdere qualche chilo, o ridurre l’edema su gambe e piedi. Ci sono spezie che possono rappresentare una valida alternativa al sale,come: la curcuma, la paprika affumicata o il basilico. E nonostante questo accorgimento, non di poco conto, dovremmo comunque stare attenti al sale nascosto.
“Anche se stiamo attente a evitare di aggiungerlo nei piatti che prepariamo in casa, non sempre ci rendiamo davvero conto di quanto sale mangiamo.- afferma la dottoressa Cellai, poi continua – Il sale si trova anche nelle scatolette di tonno, di cui facciamo larghissimo uso in estate, ma anche nella mozzarella e nella bresaola ad esempio.”

In particolare l’ananas perché ricca di bromelina (soprattutto nel gambo) che ha una forte azione antinfiammatoria ed è in grado di stimolare l’eliminazione dei liquidi”

Il segreto: frutti rossi e ananas

La dottoressa Caterina Cellai consiglia di consumare verdura in tutti i pasti perché ricca di acqua e sali minerali. Per quanto riguarda la frutta oltre all’anguria e al melone, l’esperta consiglia l’ananas e ci spiega perché: “perché è ricco di bromelina (soprattutto nel gambo) che ha una forte azione antinfiammatoria ed è in grado di stimolare l’eliminazione dei liquidi”.

Gambe gonfie: ananas-Meteoweek.com
Adobe Stock

Ma il vero toccasana per le nostre gambe sono senza dubbio i frutti rossi:”Mirtilli, ribes, more e anche il melograno, sono ricchissimi di flavonoidi, fondamentali per la stimolazione del microcircolo”, conferma la dottoressa Cellai.

Inoltre pesce, frutta secca e semi migliorano l’elasticità delle membrane e contrastano l’edema poiché ricchi di omega 3

(Continua…)

LEGGI ANCHE ——–> Premenopausa: tutti i sintomi di un processo naturale e delicato

LEGGI ANCHE ——–> Il pisolino pomeridiano: fa bene o fa male? Dipende! Vediamo perché!

Attività fisica

Gambe gonfie, attività fisica-Meteoweek.com
Adobe Stock

Fare sport è uno strumento importantissimo con il quale contrastare il gonfiore. Il movimento innesca l’azione di pompa dei muscoli sulle gambe per il ritorno venoso: ovvero maggior ossigenazione dei tessuti e drenaggio. Evitiamo dunque la sedentarietà anche e soprattutto nella quotidianità con piccoli accorgimenti: evitiamo di prendere l’ascensore facciamo le scale ed evitiamo di prendere la macchina anche per spostarsi a qualche centinaio di metri da casa. La dietista a tal riguardo consiglia : “L’ideale sarebbe quello di superare i diecimila passi al giorno, ma se proprio non si è abituati a camminare proviamo a partire da seimila passi aumentando piano piano.”

Una ricetta sana per gambe sgonfie

Vi proponiamo qui di seguito un esempio di dieta tipica elaborata dalla dottoressa Cellai. La dieta offre lo spunto e l’esempio su come impostare i pasti durante la giornata per gambe belle, leggere e sempre in forma…

Colazione: Yogurt bianco al naturale con aggiunta di frutta secca oppure cereali integrali.

Spuntino: frutti rossi

Pranzo: Cereali circa 70/80 grammi (farro, quinoa e riso integrale, oppure un mix di vostro gradimento)
– Pomodorini
– basilico
– zucchine
– ceci
– olio

Preparazione: Grigliare le zucchine oppure tagliuzzarle a dadini e utilizzarle crude; fate la stessa cosa con i pomodorini; infine aggiungete le foglie di basilico.

Al mix appena preparato andrete ad aggiungere ceci freschi; fate attenzione se scegliete quelli in scatola, optate per quelli con meno sale. Una volta cotti i cereali unite il tutto e condite con olio extra vergine di oliva a crudo.

Spuntino: Yogurt di soia con ananas

Cena: Salmone, orata o branzino (200 gr) cotti al vapore o al cartoccio + contorno di insalata verde arricchita con semi di zucca e una fetta di pane integrale.