Il pisolino pomeridiano: fa bene o fa male? Dipende! Vediamo perché!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Una ricerca scientifica ha dimostrato che dormire dopo pranzo è salutare, ma solo se il pisolino non è troppo lungo.

Il riposo pomeridiano? Promosso! Parola di scienziato!

Uno studio scientifico americano ha dimostrato che il cuore delle persone che hanno la sana abitudine di schiacciare un pisolino subito dopopranzo, funziona meglio. Non è un caso che la ricerca sia stata presentata all’American College of Cardiology. Gli esiti dello studio hanno messo in evidenza come la siesta pomeridiana sia in grado di tenere sotto controllo la pressione.  L’indagine ha dimostrato che durante il riposo pomeridiano, si verifica un calo pressorio così come accade durante il sonno della notte. La diminuzione della pressione durante il sonno sia diurno che notturno è importante, perché consente alle arterie di riposare, per poi lavorare più efficientemente. Ma lo studio ha evidenziato un particolare interessante: gli effetti positivi sulla pressione sanguigna si sono verificati soltanto nei soggetti che avevano fatto un sonnellino non più lungo dei 20minuti. Ma perché accade?

Il sonnellino pomeridiano? Meglio se non si protrae troppo a lungo

Dormire troppo durante la giornata può rivelarsi controproducente, perché così come ci spiegano gli esperti si può incorrere nella cosiddetta “inerzia del sonno”, rendendo difficoltoso il risveglio. Questa fase è fisiologica, ma se durante la notte è funzionale, perché ci permette di beneficiare a fondo degli effetti positivi del sonno, durante l’arco della giornata può rivelarsi deleterio. Dopo la fase dell’inerzia del sonno, infatti, riprendere ad esempio a lavorare, studiare o svolgere attività fisica, può essere molto difficile, generando frustrazione e irritabilità. Ecco perché è importante si, schiacciare un sonnellino, ma che non sia eccessivamente lungo. Dormire troppo, non è consigliato. Ecco perché è preferibile, puntare la sveglia quando si decide di riposare dopo pranzo! Perchè?

I ricercatori hanno dimostrato che il sonno pomeridiano apporta benefici, ma solo se non dura più di venti minuti. Se infatti si riposa per pochi minuti durante la giornata, si verificheranno degli effetti positivi per l’intero organismo. A beneficiarne è soprattutto il cervello, perché migliorano le capacità di apprendimento e di concentrazione. Inoltre migliora la memoria a lungo termine. E’ proprio per questo che agli studenti viene consigliato di fare un sonnellino, tra una ripassata e un’altra. Dopo il sonno ristoratore infatti, si apprende meglio, più velocemente e senza fatica.

Un ulteriore indagine condotta da alcuni ricercatori dell’Università di Bristol, ha dimostrato che il pisolino, ci rende più razionali, calmi e critici. Gli studiosi hanno analizzato il comportamento dei partecipanti per circa un anno. Persone di età compresa tra i i 17 e 55 anni. Hanno poi suddiviso i partecipanti in due gruppi. Il gruppo A costituito dai partecipanti che durante la giornata non hanno fatto la siesta e, il gruppo B formato da ferventi sostenitori delle pennichella.

LEGGI ANCHE—-Ti piace stare solo? Sei spesso in ritardo? Sei un genio! Lo dice la scienza!

LEGGI ANCHE—-Il bicarbonato ti fa bella! Tutti gli utilizzi cosmetici di un prodotto low cost

Al termine dello studio, è emerso che coloro che avevano fatto un pisolino di circa 20 minuti, erano anche più attivi, sia cerebralmente che fisicamente.