Home Cronaca Papa Francesco: “Anche i figli Lgbt vanno amati in quanto figli di...

Papa Francesco: “Anche i figli Lgbt vanno amati in quanto figli di Dio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:28
CONDIVIDI

Ieri si è tenuto l’incontro tra Papa Francesco e una piccola comunità Lgbt. Il Pontefice ha fatto capire che l’amore è alla base anche per loro. L’obiettivo è quello di far partire un dialogo con la Chiesa.

papa-francesco
Papa Francesco apre agli Lgbt – meteoweek.com

Papa Francesco porge il proprio fianco alla comunità Lgbt. Il tutto mentre qualche chilometro più a sud rispetto alla Città del Vaticano, a Caivano, si piange per la morte di Maria Paola Gaglione. Il Pontefice ha incontrato nella giornata di ieri un gruppo che rappresenta proprio questa comunità, che chiede solo giustizia e sostegno. E così, il Santo Padre ha messo in piedi questo incontro, riportato sulla versione online di Avvenire. Un incontro emozionante che è stato caratterizzato non solo dalla preghiera per Maria Paola, ma anche per esprimere il forte sostegno da parte di Papa Francesco.

Quest’ultimo, com’è stato riportato in queste ore proprio dal quotidiano della Conferenza episcopale, ha pronunciato una frase molto toccante. Papa Francesco avrebbe detto: “Il Papa ama i vostri figli così come sono, perché sono figli di Dio“. L’udienza ha visto come protagonisti alcuni componenti dell’associazione Tenda di Gionata, che riguarda per l’appunto un gruppo di genitori con figli Lgbt. In cambio di questa udienza ricevuta, la vice presidente dell’associazione Mara Grassi e il marito Agostino Usai hanno donato al Santo Padre il volumetto “Genitori fortunati”.

Si tratta di un piccolo libro, che per l’occasione è stato tradotto dall’italiano allo spagnolo. Qui si leggono le esperienze a livello ecclesiale di queste famiglie, che non sempre hanno avuto vita facile in questo contesto. Qui vengono raccolte anche alcune lettere con una serie di richieste e di speranze espresse dai genitori con figli Lgbt. Speranze che raramente sono state esaudite, visto che questa comunità ha sempre avuto delle difficoltà nel mettersi in pari col mondo. E in questo senso va letta l’udienza concessa dal Pontefice, che ha deciso di aprire il proprio cuore.

L’incontro tra il Papa e la signora Grassi – meteoweek.com

La nostra associazione vuole far dialogare la Chiesa e le famiglie con figli Lgbt – ha dichiarato Mara Grassi al termine dell’udienza – . Prendendo spunto dal titolo del libro che gli abbiamo presentato, ho spiegato che noi ci consideriamo fortunati perché siamo stati costretti a cambiare lo sguardo con cui abbiamo guardato sempre i nostri figli. Quello che abbiamo ora è uno sguardo nuovo che ci ha permesso di vedere in loro la bellezza e l’amore di Dio. Vogliamo creare un ponte con la Chiesa perché anche la Chiesa possa cambiare lo sguardo verso i nostri figli, non escludendoli più ma accogliendoli pienamente“.

Leggi anche -> Scomparsa da otto anni, la famiglia ritira la denuncia. E arriva una strana telefonata

Leggi anche -> Covid-19: a fine novembre le prime dosi del vaccino in Italia

La vice presidente dell’associazione ha anche svelato un passaggio dell’udienza con il Papa. I presenti gli hanno donato una maglietta con un passaggio del vangelo di Giovanni, “Nell’amore non c’è timore“. “Ha guardato e ha sorriso. È stato un momento di profonda sintonia che non dimenticheremo“. Inoltre, nel corso dell’udienza, i componenti dell’associazione Tenda di Gionata ha consegnato anche alcune lettere di genitori con figli Lgbt che non hanno potuto presenziare. In questi testi sono descritti anche i percorsi di dolorosa accettazione della situazione, visto che spesso i figli vengono rifiutati e respinti.