Con il monopattino in autostrada: ragazzo sfreccia di notte sulla Roma-L’Aquila

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:35

Pizzicato a sfrecciare con il monopattino elettrico, di notte, sull’autostrada A24: quando la moda dei mezzi ecologici diventa motivo di guida selvaggia sulle strade di Roma.

roma monopattino autostrada
Roma, viaggia con il monopattino in autostrada – foto via Il Messaggero

Economico, ecologico e poco ingombrante: sono in molti ad aver ponderato l’acquisto di un monopattino elettrico, soprattutto coloro che vivono nelle grandi città. Eppure, nonostante siano considerati tra i mezzi del futuro, i monopattini possono essere anche molto pericolosi. Con la nuova legge che ora ne permette la circolazione su tutte le strade (non più soltanto quelle dal limite di 30 km/h), preoccupa infatti l’atteggiamento dei guidatori. In tal senso si segnalano casi di guida sui marciapiedi o sulle corsie preferenziali, ma se si parla della Capitale non mancano nemmeno gli avvistamenti dei monopattini che sfrecciano in tangenziale o addirittura in autostrada.

L’ultimo episodio si è verificato proprio la scorsa notte, sulla A24 (Roma-L’Aquila). A segnalare il caso sono stati alcuni automobilisti che, poco dopo le 22, hanno visto una persona (rigorosamente senza casco) in sella al mezzo viaggiare sulla corsia di destra, in curva e sotto una galleria.

Col monopattino in autostrada, “poteva succedere una tragedia”

Una follia. Ho lasciato la tangenziale Est, mi sono immesso sulla A24, il primo tratto è in discesa, poi c’è una leggera curva sotto il tunnel, e non c’è nemmeno la corsia d’emergenza. All’improvviso spunta quella persona in monopattino: cinque o sei macchine hanno fatto a malapena a evitarlo. Ci sono state frenate pericolose, e quello non si è nemmeno scomposto. Poteva succedere una tragedia“. Questo è il racconto di uno dei testimoni per i giornalisti de Il Messaggero, mentre si riferisce all’episodio dell’altra notte.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Ma l’avvistamento del monopattino in autostrada è soltanto l’ultimo dei casi di guida “selvaggia” riscontrati nella capitale. Le regole in realtà ci sarebbero, ma sono veramente in pochi a rispettarle. Già questa estate una ragazza era stata investita in zona Colosseo, a seguito di una “corsa” tra monopattini. Mentre alcuni sfrecciano pericolosamente tra i passanti a piedi. “È un continuo, bisogna fare lo slalom per arrivare a lavoro. Non solo li parcheggiano come vogliono nei punti più assurdi, persino al centro del marciapiede, ma devi stare davvero attento a non farti investire, perché tanto a loro non gli importa. I turisti poi non conoscendo la città, fanno ancora peggio se possibile”, spiega un’altra testimone sempre ai giornalisti del quotidiano.