Delitto De Santis, forse la svolta: potrebbe esserci l’identikit dell’assassino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:12

Una immagine, immortalata da una telecamera di sorveglianza, potrebbe diventare l’identikit dell’assassino che ha massacrato Daniele De Santis e la compagna Eleonora Manta.

Daniele De Santis ed Eleonora Manta

Un uomo vestito di nero, con uno zaino chiaro, probabilmente giallo, in spalla e il cappuccio della felpa a coprire il volto. Potrebbe essere lui l’assassino dell’arbitro Daniele De Santis e della fidanzata Eleonora Manta, uccisi lunedì sera a Lecce, massacrati di coltellate. La svolta sulle indagini arriverebbe da alcune telecamere di sorveglianza collocate a pochi metri dall’abitazione della sfortunata coppia. Per la precisione, si tratta delle telecamere posizionate in via Rudiae, da cui arriva il filmato che potrebbe essere decisivo. Due i problemi per gli inquirenti: la scarsa nitidezza delle immagini e il fatto che il soggetto venga ripreso esclusivamente di spalle.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus: nuovo picco nel Regno Unito: 6.874 contagi in 24 ore

LEGGI ANCHE -> Operai trovano mille euro e li restituiscono: erano di un migrante

La possibile immagine dell’assassino

Al momento gli investigatori stanno muovendosi seguendo la pista passionale: un possibile pretendente, respinto da Eleonora. Solo una ipotesi, in un momento nel quale l’indagine deve comunque valutare tutte le piste possibili. Tra le possibilità valutate c’è anche la professione di De Santis: arbitro, ma anche amministratore di condominio. Qualcosa elemento in più si spera possa emergere dall’analisi dei computer dei ragazzi uccisi, sequestrati insieme ai cellulari. Gli investigatori sperano che un indizio, utile ad identificare l’autore dell’orrido delitto, possa essere nascosta magari dentro una mail o in uno scambio di messaggi.