Salvini al comizio: “Ho la febbre ma sono qui”. Polemiche e poi la rettifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

Il leader della Lega Salvini in un comizio a Formello: “Sono un po’ febbricitante, il medico mi ha detto di stare a casa ma sono qui”. La polemica divampa, poi la precisazione: “Test negativo, era torcicollo”

Salvini con la febbre al comizio elettorale: poi la precisazione – meteoweek.com

 

Venerdì, nonostante la febbre, Salvini era a Formello per il consueto bagno di folla condito dalla solita raffica di selfie. Il giorno dopo la febbre svanisce e resta il torcicollo. Ma scatta comunque il test effettuato dal leader del Carroccio: niente Covid. Matteo Salvini diventa un caso: venerdì sera sale sul palco allestito a Formello per la manifestazione politico-culturale «Itaca 20.20» e, prima di rispondere alle domande del direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano, rivela di non essere al meglio. Le sue dichiarazioni, che in circostanze normali sarebbero state viste come un atto di generosità, in tempi di Covid suscitano polemica. “Ci tengo ad essere qui anche se un po’ dolorante e un po’ febbricitante”, dice il leader della Lega, mentre in platea sale il brusìo.

Le autorità sanitarie, del resto, sconsigliano di andare in giro con sintomi influenzali considerato che il Paese è ancora in emergenza sanitaria. Poco prima di parlare al microfono, venerdì sera, era stato lo stesso Salvini a spiegare che il medico gli aveva consigliato di restare a casa. Consiglio che, però, Salvini non ha ascoltato: meglio i farmaci che annullare gli impegni.

La precisazione del giorno dopo non allontana le polemiche

“Oggi la giornata non è partita benissimo – aveva spiegato Salvini al microfono – sono stato due ore attaccato al cortisone e quando mi sono alzato il medico mi ha detto, lei adesso va a casa – le parole del leader leghista -. E io gli ho risposto sì, ma prima vado ad Anguillara Sabazia, poi a Formello e termino a Terracina (Anguillara e Terracina per i ballottaggi, ndr). E la sera torno a casa”.

Leggi anche –> Riapertura stadi, la dura presa di posizione del comitato tecnico-scientifico

Leggi anche –> Rientro a scuola dopo positività Covid solo con doppio tampone. Critici i medici

Nel corso del suo intervento, poi, Salvini ha spiegato al pubblico che è sbagliato legare la febbre solo al Covid, visto che le cause possono essere altre. Ciò non ha evitato il brusio e il tam tam di polemiche che si è scatenato anche sui social. Questa mattina, Salvini ha pubblicato sui canali social una foto che lo ritrae con una flebo al braccio. “Flebo di cortisone, per sconfiggere mal di schiena, collo e spalla, e si riparte”. Lo spauracchio covid lontano, così come la febbre cessata. Non è cessato invece il botta e risposta sul suo profilo, tra chi lo considera irresponsabile e chi ne apprezza lo spirito di sacrificio.