“La mafia difendeva il territorio, dov’è finita?”: la frase shock della leghista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:47

Angela Maraventano, ex senatrice della Lega, è intervenuta sul palco allestito per Matteo Salvini. Ha attaccato l’attuale Governo, reo di essere complice del traffico di uomini. Poi la frase shock sulla mafia.

Angela-Maraventano-lega-mafia
Angela Maraventano nel corso del suo intervento shock – meteoweek.com

Una frase shock, che ha scosso chiunque l’abbia letta per via della sua portata. E a pronunciarla è stata una senatrice della Lega, siciliana, che è intervenuta sul palco di Matteo Salvini. Stiamo parlando di Angela Maraventano, ex senatrice del Carroccio e nativa di Lampedusa. La donna è intervenuta in questa tre giorni in cui il partito guidato proprio dall’ex ministro dell’interno ha presenziato a Catania. La manifestazione di vicinanza e di sostegno nei confronti dell’ex vice-premier si è tramutato in una serie di comizi di piazza.

E proprio nel corso di uno di questi, in particolare quello che si è tenuto ieri, ha preso la parola la Maraventano. La ex parlamentare ha approfittato del tempo a sua disposizione per sferrare una serie di attacchi contro gli oppositori politici della Lega. In primis nei confronti dell’attuale Governo, proprio sul tema per il quale Salvini è stato convocato presso il Tribunale della città etnea. Secondo la rappresentante leghista, infatti, l’attuale esecutivo sarebbe complice di chi traffica carne umana, definendolo senza mezzi termini un “governo abusivo“.

Ma c’è di più, perchè nei confronti dell’esecutivo attualmente in carica la Maraventano parla in termini ben più aspri. La donna, infatti, sostiene che Conte e il suo Consiglio dei Ministri non stia facendo nulla per impedire l’invasione del Paese a opera dei migranti. Dopodichè si passa alla parte scioccante delle dichiarazioni di Angela Maraventano. Una frase che ha la mafia come soggetto. Quella mafia che per diversi decenni ha soggiogato e ha messo spalle al muro una regione intera. Ma che secondo la ex parlamentare del Carroccio ha cambiato i suoi valori.

Angela Maraventano aveva provato a bloccare uno sbarco usando una corda – meteoweek.com

La Maraventano ha parlato chiaramente di una “mafia che ormai non ha più quella sensibilità e quel coraggio che aveva prima“. E a un certo punto, la rappresentante della Lega si pone una domanda, alla quale è davvero difficile rispondere. “Dove sono i mafiosi? Non esistono più. Perché noi li stiamo completamente eliminando… Perché nessuno ha più il coraggio di difendere il proprio territorio“. Un modo, con ogni probabilità, per cercare di rendere meno scioccante la frase pronunciata in precedenza. Ma ormai, a quel punto, il danno era stato fatto.

Leggi anche -> Conte pronto a firmare il nuovo Dpcm: cosa comporterà per movida, stadi, trasporti e mascherine

Leggi anche -> Renzi: “Conte non è in discussione, ora la palla passa al Pd”

Angela Maraventano, nel corso della sua apparizione sul palco di “Io con Salvini”, è poi tornata ad attaccare gli sbarchi dei migranti. In particolare si è occupata degli ultimi clandestini che hanno cercato di arrivare nel nostro Paese attraverso la Sicilia. “Non è gente che ha bisogno di essere accolta, non è gente che sta male – ha urlato la ex parlamentare – non è gente che scappa dalla guerra. Da otto mesi abbiamo il fenomeno dei tunisini. Cosa vengono a fare? Chi sono? Vengono a violentare il nostro Paese“. Un intervento che ha suscitato applausi e cori di giubilo. Anche se quella frase sulla mafia fa male.