Bergamo, finto medico ed evasore totale: trovati in casa oltre 220.000 euro contanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:09

L’indagine nasce da un esposto presentato dall’ordine dei medici di Bergamo che nutriva forti sospetti circa la qualifica medica del noto specialista.

Bergamo, scoperto dalla Gdf finto medico oculista ed evasore totale.
Militare Gdf. meteoweek.com

La Gdf di Bergamo ha posto i sigilli ad uno studio medico oculistico abusivo e sequestrato oltre 220mila euro contanti corrispondenti al profitto del reato. Gli accertamenti dei militari delle Fiamme Gialle hanno permesso di ricostruire nell’arco temporale compreso tra il 2004 e il 2020 oltre 2.044 visite eseguite su 632 pazienti ai quali il finto medico prescriveva farmaci ed eseguiva esami specialistici, richiedendo per ogni prestazione 50 euro senza emettere regolare fattura. Dal 2008 infatti, il sedicente oculista risulta essere anche un evasore totale, non avendo mai versato le imposte e presentato la dichiarazione dei redditi. Il provvedimento, è stato firmato dal gip Solombrino su richiesta del sostituto procuratore Marchina, sulle base delle indagini condotte dai militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Bergamo e dalla Gdf.

LEGGI ANCHE – Evadono 16 milioni di Iva: 100 imprenditori coinvolti in una frode fiscale

L’attività investigativa nasce da un esposto presentato dall’ordine dei medici di Bergamo nei confronti di un presunto medico chirurgo oculista di Trevignolo verso il quale erano sorti dei dubbi all’interno dell’ordine stesso, sulla sua reale qualifica medica. I finanzieri hanno iniziato a monitorare le giornate del finto medico ed hanno notato il notevole afflusso di persone presso il suo studio, così una volta identificati i pazienti, i militari hanno raccolto le diverse testimonianze che hanno poi confermato i sospetti investigativi. Dalla perquisizione dello studio che ne è scaturita, la Gdf ha rinvenuto un vero e proprio studio oculistico con tanto di attrezzature, numerosi medicinali, blocchi di ricette in bianco e timbri con la scritta “medico chirurgo – specialista oculista”.

LEGGI ANCHE – Operazione “billions” a Reggio Emilia: sequestrati beni per 24 milioni di euro

Poiché l’indagato è risultato in possesso del solo diploma di ottico e non della laurea specialistica in medicina e chirurgia, lo studio e le attrezzature professionali sono state sottoposte a sequestro in quanto frutto del reato di esercizio abusivo della professione medica. Dalla perquisizione effettuata dai militari, sono stati rinvenuti anche 227.050 euro, custoditi dal finto medico all’interno di una cassaforte e frutto di 15 anni di evasione fiscale totale e visite-truffa.