“La Juventus? Poteva comportarsi diversamente con il Napoli”, dice Luigi De Magistris

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:14

Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, ai microfoni di Canale 21 si è espresso sulla questione legata al rinvio di Juventus-Napoli.

La vicenda legata alla partita mai giocata tra Juventus-Napoli è ormai una questione di principio e di giustizia che trova parola in diverse voci. Non è arrivata la decisione del Giudice Sportivo sull’eventuale 3-0 che avrebbe portato in testa i bianco-neri, dopo che il club azzurro ieri pomeriggio ha presentato un “preannuncio di reclamo” per poter inviare entro domani una memoria difensiva, che sarà analizzata dal Giudice Mastrandrea. Questo infatti, basandosi sull’assenza allo Stadium degli azzurri, avrebbe dovuto decretare la sconfitta a tavolino ma le carte sul tavolo sono diverse. Domenica, infatti, la Procura Federale avrebbe richiesto ai dirigenti del Napoli dei documenti. Documenti che avrebbero dovuto attestare verificare se, dopo la positività di venerdì di Zielinski, la squadra abbia rispettato o meno il protocollo previsto in caso di contagio.

Il sospetto è che i giocatori non siano andati in isolamento dopo il tampone positivo al Covid del giocatore partenopeo. Al contrario, tutti sarebbero rientrati nelle rispettive abitazioni. E per questo, la Figc potrebbe muovere al club qualche contestazione. Il Napoli, insomma, potrebbe essere penalizzata per non aver rispettato i protocolli, perdendo uno o più punti. Solo se le cose si dovessero mettere positivamente per i nerazzurri, si giocherà contro la squadra di Pirlo. Intanto, a curare la memoria difensiva del Napoli contro lo 0-3 ci sarà l’avvocato Grassani, che cercherà di dimostrare che l’imposizione di non partire per Torino è stata data dall’autorità sanitaria e che i dirigenti dovevano attenersi necessariamente, pena reato penale. Quindi, analizzata la documentazione, il Giudice Sportivo fisserà una data nella quale emetterà la sua sentenza. La Juventus avrà fino a due giorni per inviare a sua volta una memoria difensiva. I tempi, dunque, si allungano e la questione è ormai un caso di dominio pubblico.

“Juve-Napoli? Un fallimento”

Ad averne parlato è anche il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Ai microfoni di Canale 21, nel corso della trasmissione “Il bello del calcio”, il Primo cittadino si è schierato senza dubbio contro gli Juventini, colpevoli di avere avuto un atteggiamento sleale e poco onesto. “Impensabile che si possa vincere a tavolino una partita di questo tipo – ha detto – la Juve poteva avere un atteggiamento diverso”. Il Napoli sarebbe stato quindi obbligato a rispettare le disposizioni, per non incappare in conseguenze di natura penale. Bene o male? Che importa. La squadra ha fatto ciò che doveva e anzi, dice, non poteva fare altro. “Per me Juve-Napoli è il fallimento del calcio. Qualcuno vuol far prevalere le decisioni di un’associazione come Lega o Figc, quello che è uscito fuori è che l’Asl è intervenuta per fermare la trasferta del Napoli“, ha concluso De Magistris.