Covid, dove si muore di più in Europa? L’indagine della Ecdc

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40

Secondo i dati ufficiali dell’indagine diffusi dall’agenzia dell’Unione europea Ecdc (European Centre for Disease Prevention and Control) per Covid si muore in particolare in due nazioni. In Spagna, nelle ultime due settimane, l’incidenza dei decessi (per ogni centomila abitanti) è di 3,4, quella della Romania è di 3,2

Covid, foto di repertorio meteoweek.com

Nelle ultime due settimana Spagna e Romania sono state le nazioni con più morti per Covid-19. Lo rivelano i dati dell’agenzia Unione Europea Ecdc. Il dato dell’incidenza è più attendibile rispetto a quello assoluto perché tiene in considerazione il numero di abitanti in proporzione. La fotografia delle ultime due settimane serve a valutare l’andamento dell’epidemia. L’Italia, rispetto a questi due Paesi, per ora è in una situazione notevolmente migliore: il dato dei decessi di 0,5 ogni 100mila abitanti, dunque un settimo di quello spagnolo. Un dato che ricalca anche quello dei contagi, dove il nostro paese sembra ben messo rispetto ad altri paesi europei, seppur in rialzo nelle ultime settimane.

Anche sul numero dei nuovi casi, sempre riferito alle ultime due settimane, è evidente una diversa velocità dell’epidemia: in Spagna si viaggia a 305 infetti ogni 100mila abitanti, in Romania a 128,6, in Italia a 48,7. Attenzione tuttavia all’interpretazione dei dati. Se il bilancio spagnolo, sulle due settimane, è tra i più alti in Europa, quello della Romania non è così rilevante. Questo però fa pensare, visto il numero dei decessi, che non si riesca a intercettare tutti i positivi in quel Paese. Nei raffronti tra le nazioni europee, colpisce la differenza rilevante tra due nazioni confinanti e con connessioni quotidiane: il Portogallo ha un terzo dei casi e delle vittime della Spagna.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Svezia e Finlandia tra le nazioni dove si muore di meno

Ma dove si sta morendo di meno in Europa, sempre stando ai dati ufficiali delle ultime due settimane? Detto che l’Italia, almeno per ora, ha una delle incidenze più basse, la situazione migliore è in Svezia, Finlandia e Cipro (0,1 vittime ogni 100mila abitanti). Molto bene anche Germania e Norvegia (0,2). Islanda e Liechtenstein sono a zero vittime, ma sono Nazioni con caratteristiche molto pecurliari.

Leggi anche –> Il boom dell’e-commerce che domina anche il settore alimentare

Leggi anche –> Omicidio di Lecce, le delusioni d’amore dell’assassino: furioso perché respinto

Nel computo complessivo, invece, lo scenario cambia. Spagna, Francia e Regno Unito sono le tre nazioni che hanno registrato più casi. Regno Unito, Italia e Francia più vittime. Su quest’ultime, incide particolarmente la prima ondata di covid tra marzo e aprile. L’Italia in quella circostanza faceva segnare un numero record di decessi.