Covid, le proibiscono di partorire in clinica perché positiva: panico per una donna al nono mese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:46

Al nono mese di gravidanza risulta positiva al Covid-19 e non può partorire in clinica. La disavventura di una donna, grazie all’aiuto dei Carabinieri del 112, è terminata con un lieto fine presso l’ospedale di Caserta.

reparto maternità covid

Una donna di 32 anni, originaria di Casal Di Principe, in provincia di Napoli, avrebbe dovuto partorire presso una clinica tra pochi giorni. Il cesareo era già programmato, ma un impedimento ha costretto la giovane, incinta al nono mese, a cambiare i piani. Il tampone per il Covid-19 è infatti risultato positivo. Per questa ragione la clinica privata inizialmente designata per l’operazione ha informato la gestante in merito all’impossibilità ad accoglierla. In preda al panico la donna ha contattato il 112.

La telefonata al 112

La donna ha telefonato al 112 ed ha illustrato loro il suo disagio a pochi giorni dalla data del cesareo. I Carabinieri, comprendendo l’urgenza della richiesta, si sono subito attivati. Gli ospedali, tuttavia, sono in questi giorni affollati e trovare un letto libero non è stato facile. Attraverso un lungo giro di telefonate gli operatori hanno verificato la disponibilità di tutti i Covid Hospital della Campania.

Alla fine, la collaborazione di una ostetrica ha permesso la messa a disposizione per la donna di un letto d’emergenza nel reparto maternità dell’ospedale di Caserta. Qui la trentaduenne potrà affrontare la degenza in sicurezza dopo il cesareo. La struttura infatti ormai è adibita esclusivamente alla cura dei pazienti positivi al Covid-19. Tra loro non mancano le gestanti prossime al parto.

reparto maternità covid

Il parto nel Covid Hospital

La donna, nella data programmata per il cesareo, è stata trasferita in ambulanza al Covid Hospital di Caserta. Il mezzo è stato scortato dai Carabinieri di Casal Di Principe, coordinati dal capitano Luca Gino Iannotti. Proprio coloro che pochi giorni prima l’avevano aiutata a trovare una struttura dove partorire.

Leggi anche:

Al nosocomio campano la trentaduenne, già madre di un bambino di 15 mesi, è stata operata. La donna ha dato alla luce Clarissa, una neonata di circa 3 chilogrammi. La nascitura e la mamma stanno bene. Adesso dovranno sottoporsi alle cure del caso e rispettare le norme igienico-sanitarie dettate dalla positività della donna al Covid-19. Ella, tuttavia, con l’utilizzo dei dispositivi di protezione necessari potrà stare accanto alla bambina e prendersene cura.