Viviana Parisi, l’accusa del marito: “Uccisa perché testimone scomodo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:23

Gli scenari della morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele non sono ancora ben definiti. Il marito Daniele Mondello accusa di negligenza coloro che hanno svolto le indagini: “È un omicidio”.

viviana parisi

Le indagini relative alla morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele non sono ancora arrivate alla verità. Le ispezioni sul luogo del decesso e gli esami autoptici sui due corpi hanno ad oggi, complice il tempo trascorso dalla sparizione al ritrovamento, rivelato pochi dettagli. Daniele Mondello, marito e padre delle vittime, non si dà pace. L’uomo vuole dare luce ad una nuova ipotesi: “Viviana era una testimone scomoda. È stato un omicidio“, ha detto.

Per approfondimenti:

La verità di Daniele Mondello

Daniele Mondello, intervenuto nel corso della puntata di Quarto Grado andata in onda ieri, ha parlato di una verità differente da quella su cui sono indirizzati gli inquirenti. Le accuse dell’uomo sono pesanti. Egli crede, infatti, che la moglie Viviana Parisi possa essere stata uccisa in quanto era stata testimone dell’uccisione del figlio. Quest’ultimo, in base ai segni rilevati sul cadavere, potrebbe essere stato sbranato da un branco di cani. Anche il corpo della donna presenta dei segni di morsi, ma essi potrebbero essere stati inflitti dagli animali, secondo il marito, negli attimi successivi all’omicidio.

Secondo me – ha dichiarato il dj – il bambino è stato aggredito dai cani e quindi Viviana è diventata una testimone scomoda ed è stata uccisa. Lei non sarebbe mai salita sul traliccio e non si sarebbe mai suicidata. Le indagini sono state indirizzate verso un obiettivo sbagliato (si riferisce alle perquisizioni sul computer, sul cellulare e sul tablet della donna, ndr). Devono tornare a Caronia”.

viviana parisi

Un particolare che porterebbe la famiglia delle due vittime verso tale direzione è quello relativo alle scarpe. Una delle scarpe di Viviana Parisi è stata infatti rinvenuta lontano dal corpo, come se l’avesse lanciata per difendersi o per difendere il figlio da qualcuno. Le suole delle scarpe della donna e quelle del bambino erano tuttavia pulite. Un segno che non avrebbero percorso molta strada nel bosco prima di morire e che il corpo, dunque, potrebbe essere stato posizionato in quel punto successivamente.

Leggi anche:

Della medesima idea è anche il padre della donna, Luigino Parisi, il quale era anch’egli in diretta a Quarto Grado nel corso della puntata di ieri: “Mia figlia è stata uccisa, le hanno rotto due gambe”, ha detto.