Sparatoria nel centro di Reggio Emilia: ecco cosa è successo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48

Una pistola ha ferito 5 giovani nel centro di Reggio Emilia: ecco cosa è successo e chi è la persona che è stata arrestata.

Sparatoria nel centro di Reggio Emilia: ecco cosa è successo – meteoweek

Finalmente è arrivato un arresto: la squadra mobile di Reggio Emilia ha messo in fermo il presunto responsabile del ferimento, con arma da fuoco, di 5 giovani in centro città avvenuto nella tarda serata di ieri. Una volta individuata l’arma, è stata poi sequestrata e si è rivelata quella che ha esploso i colpi in pieno centro nella città emiliana verso le 23.30 di ieri sera. Uno dei ragazzi è ricoverato in ospedale. Il responsabile era poi fuggito tra la folla terrorizzata per gli spari, ed era riuscito, in un primo momento, a far perdere le tracce. Salvo poi essere localizzato e arrestato. Secondo una prima ricostruzione sarebbero fronteggiate bande di ragazzi, in mezzo alla gente spaventata. Il ventenne è l’unico ricoverato in ospedale, in Rianimazione. Non sarebbe comunque in pericolo di vita: in giornata dovrebbe essere trasferito in un reparto di minore intensità e sarà sciolta la prognosi.

Leggi anche -> “C’è il Covid, niente chemio”: così è morta Kelly Smith

Leggi anche -> Covid, tutti positivi i carabinieri in servizio nella zona rossa di Mezzojuso

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

“Inammissibile un episodio del genere e che un giovane esca armato. Questa non è una città violenta. Il responsabile deve essere subito individuato”. Lo ha detto ai cronisti il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, arrivato sul luogo della sparatoria. “Il comandante della Polizia Locale, Stefano Poma – ha raccontato Vecchi su Facebook – mi ha allertato perché sono stati esplosi alcuni colpi di arma da fuoco in Piazza del Monte. Sono accorso subito sul luogo insieme alle forze dell’ordine e ai soccorritori. Le indagini sono in corso e sapremo nelle prossime ore più dettagli, rispetto ai quali in questa fase è d’obbligo l’assoluta cautela. E’ comunque un fatto molto grave che non può accadere nella nostra città. Mi auguro che i responsabili vengano individuati quanto prima e puniti con severità, perché fatti come questo non devono accadere e vanno necessariamente stroncati”. Ad aprire il fuoco, a quanto pare con una pistola scacciacani modificata, sarebbe stato un ragazzo dopo una discussione con altri giovani per motivi ancora non chiari. . Si tratta di un giovane italiano, residente in città, che deve rispondere di tentato omicidio plurimo. Gli agenti della squadra mobile hanno anche sequestrato l’arma con la quale il presunto autore ha sparato. Ora avranno il compito di ricostruire l’accaduto.