Scheletro ritrovato in tre parti nel bosco: paura per il ritrovamento choc

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:31

Un cercatore di funghi ha trovato per caso lo scheletro, in un bosco nei pressi di Anzio. Per prima cosa ha trovato il cranio, più avanti c’era un sacco dell’immondizia con le altre due parti del corpo.

bosco-anzio-scheletro
Il bosco in cui è stato ritrovato lo scheletro – meteoweek.com

Una scena a dir poco macabra si è concretizzata nelle scorse ore, nei pressi di Anzio. Uno scheletro umano, diviso in tre parti, è stato ritrovato in un bosco, a pochi passi dal centro cittadino del comune laziale. A ritrovarlo, nel corso della giornata di ieri, è stato un cercatore di funghi. L’uomo si era imbattuto nella sua solita giornata di ricerca per portare a casa il prelibato alimento. Ma dopo essersi chinato, incuriosito da quello che sembrava essere un pezzo di legno dalla forma strana, si è accorto di avere davanti ai suoi occhi uno scheletro umano.

La macabra scoperta è avvenuta proprio nel bel mezzo del bosco di Anzio. In un primo momento, il cercatore di funghi si è imbattuto nel teschio del cadavere appena ritrovato. Qualche centimetro più avanti c’era il resto del corpo, equamente diviso in due parti e chiuso in un sacco per la spazzatura. Le due parti erano sepolte una accanto all’altra, sotto a una coltre di foglie esattamente come lo scheletro. In una busta erano presenti le gambe e il bacino del corpo appena ritrovato, mentre nell’altro sacco c’era il busto con le braccia.

La zona in cui è avvenuto lo scioccante ritrovamento è quella denominata Caracol, in località Lavinio. Nel frattempo sono partite le indagini da parte degli inquirenti. Questi si sono resi conto di un particolare che rende ancor più agghiacciante questa faccenda. Il corpo che è stato ritrovato, infatti, era stato scarnificato, ovvero privato di tutte le fasce muscolari. Dunque, prima di essere stato abbandonato nel bosco, il corpo ritrovato poche ore fa era stato privato di alcune parti fondamentali. Ma anche su questo si baseranno le indagini appena partite.

I carabinieri si sono recati subito sul posto – meteoweek.com

Leggi anche -> Studentesse stuprate a Pisticci, altri quattro arresti: due sono cantanti trap

Leggi anche -> Rischia 6 anni di carcere per i disegni di una donna nuda: “Propaganda gay”

Per il momento gli inquirenti non hanno ancora scartato le indagini. Sarà il capitano dei carabinieri Giulio Pisani a guidare le indagini, che non hanno ancora un punto fermo e sono partite dall’elenco delle persone dichiarate scomparse negli ultimi giorni. Intorno allo scheletro c’erano alcune parti che potrebbero aiutare gli inquirenti, come alcuni brandelli di una tuta sportiva gialla. Potrebbe trattarsi di un banale caso di runner rapinato e poi ucciso. La seconda pista è quella che porterebbe a un uomo della malavita, ucciso durante un regolamento di conti e poi seppellito nel bosco.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Intanto è avvenuto il primo studio sullo scheletro da parte del medico legale. Questo, al termine dell’ispezione forense, ha svelato che le ossa risalirebbero a una persona la cui età si aggirava intorno ai 50 anni. L’arco temporale della sua morte è ancora troppo vago, in quanto oscilla tra i due e gli otto anni fa. Bisogna considerare, nel merito delle indagini, che quella zona del bosco era un tempo un luogo di spaccio e consumo di eroina. Per il momento, la Procura di Velletri si riserva di aprire un fascicolo contro ignoti: il reato sospettato è occultamento di cadavere.