Coronavirus, 13enne positivo costretto a dormire nell’auto di famiglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:29

Coronavirus, 13enne positivo costretto a dormire nell’auto di famiglia. Lo ha fatto per non contagiare i familiari

Coronavirus, 13enne positivo costretto a dormire nell’auto di famiglia

Ha 13 anni e ha contratto il Covid ma è costretto a dormire nell’auto di famiglia, straniera e regolarmente residente in Italia, per non contagiare i suoi familiari. Con i suoi vive a Perugia ma in una casa molto piccola che non consente di effettuare il periodo di quarantena.

Il padre del ragazzo ha detto alla stampa di essere rimasto affianco all’auto per non lasciarlo e per non contagiarsi. L’uomo cerca infatti di lavorare
come imbianchino.

Leggi anche:—>Francia nel fuoco del terrorismo: attacco ad Avignone

Leggi anche:—>Coronavirus in Russia, Putin: niente lockdown nazionale

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

L’uomo ha scoperto che il figlio era positivo dopo un tampone eseguito a causa di un contatto a scuola. Purtroppo la sua casa non ha abbastanza spazio per l’isolamento, poiché ci sono un cucinino, un piccolo bagno e un altro locale. Ecco perché ha fatto dormire suo figlio in macchina. Tuttavia, l’uomo ha rivelato di star cercando di ripulire un locale in cui conserva i suoi attrezzi per far passare lì al figlio le prossime giornate di quarantena.