Scuola: Conte, didattica in presenza a rischio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:40

Le scuole potrebbero presto essere chiuse in tutta Italia. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ritiene rischiosa la didattica in presenza.

conte
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte – meteoweek.com

Il nuovo dpcm del Premier Giuseppe Conte, emesso lo scorso 18 ottobre, aveva imposto la didattica a distanza per una soglia minima del 75% nelle scuole secondarie superiori. Presto, tuttavia, gli istituti di ogni grado potrebbero dovere essere costretti a chiudere. L’aumento dei casi di positività al Covid-19, anche tra i banchi, è infatti preoccupante. Il Presidente del Consiglio ritiene per questa ragione rischiosa la didattica in presenza. Allo stesso tempo, tuttavia, vuole difenderà finché sarà possibile.

La curva dei contagi sta subendo una impennata così rapida che rischia di mettere in discussione la didattica in presenza, alcuni presidenti di regione lo hanno fatto, non è il nostro obiettivo, noi continuiamo a difendere fino alla fine la didattica in presenza. Ma dobbiamo mantenerci vigili per seguire e assicurare la tutela della salute de tessuto economico“. Lo ha spiegato Giuseppe Conte al Festival del quotidiano Il Foglio. Il Premier è tuttavia consapevole dei limiti della Dad. “Nella scuola l’offerta formativa a distanza rischia di oscurare il valore della relazione interpersonale, i ragazzi e le ragazze diventano uomini e donne, perché interagiscono e farlo solo con dispositivi elettronici non offre la competenza della relazione interpersonale“.

Leggi anche:

In alcune regioni, come la Campania, intanto, i rispettivi governatori hanno già imposto la chiusura delle scuole di ogni grado per evitare ulteriori fonti di contagio per bambini e ragazzi. In altre regioni, come Lombardia Sicilia, invece, la chiusura ha riguardato soltanto la totalità delle scuole superiori. Per molte scuole sparse per il Paese il provvedimento relativo allo stop è stato piuttosto preso a seguito dei casi di positività al Covid-19 registrati tra alunni, professori o nel personale.

Il personale sanitario effettua i tamponi ai bambini direttamente nelle scuole – meteoweek.com

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Al Governo intanto è in atto un braccio di ferro per decretare il futuro dei più piccoli. Questi ultimi presto potrebbero essere nuovamente costretti a studiare giorno per giorni davanti ad uno schermo.