“Lo Stato è unito e libero. Supereremo questo momento difficile”, dice Mattarella

In occasione della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, il presidente Sergio Mattarella ha deposto una corona di alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, all’Altare della Patria. Con lui anche Giuseppe Conte e le massime cariche dello Stato.

“Il 4 novembre celebra il valore dell’unione dei territori e dei popoli che con il Risorgimento hanno dato origine all’Italia. In questa importante giornata in cui onoriamo le Forze Armate, rivolgo il più commosso pensiero a quanti hanno sacrificato la propria vita per la Patria lungo il tormentato percorso che ha permesso l’edificazione nella Repubblica di uno Stato finalmente unito e libero”. Sono state queste le parole di Sergio Mattarella pronunciate in occasione del 4 novembre, giornata in cui si celebra il “Giorno dell’Unità Nazionale” e la “Giornata delle Forze Armate”.

Leggi anche:

Le celebrazioni, a causa del coronavirus, sono state in tono minore per limitare la possibilità di contagio. Ad aprirle il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che alle 9 ha deposto una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, all’Altare della Patria. “Insieme supereremo questi giorni difficili così come insieme abbiamo costruito la Repubblica, libera e prospera”, ha scritto il capo dello Stato in un messaggio inviato al ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Ad accompagnarlo c’erano anche le massime cariche dello Stato, tra cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Presenti anche il ministro della Difesa Guerini, il capo di Stato maggiore della Difesa Enzo Vecciarelli, i capi di Stato maggiore delle Forze armate, i comandanti generali di Carabinieri e Guardia di Finanza. A scandire l’inizio e la fine della cerimonia, due passaggi delle Frecce tricolori, che dipingono sui cieli di Roma il verde, il bianco e il rosso della nostra bandiera.

Le celebrazioni, poi, proseguono nel cortile d’onore del Quirinale con la consegna da parte del capo dello Stato  dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia (OMI) alle bandiere di alcuni reparti e unità di Esercito, Marina Militare, Aeronautica Militare, Carabinieri e Guardia di Finanza. Nel pomeriggio, alle 15.30, ci sarà invece il saluto del ministro Guerini,  in videoconferenza dal Comando Operativo di Vertice Interforze (COI), ai Contingenti italiani impegnati nelle missioni internazionali.