A piedi da Firenze a Roma: la protesta dei ristoratori contro Conte [VIDEO]

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:36

Una iniziativa partita dai ristoratori di Firenze ma che poi ha coinvolto tante altre categorie di lavoratori del settore turistico. E non solo.

Una camminata di 280 chilometri lungo la via Francigena, da Firenze a Roma, per protestare contro i Dpcm di Conte e per chiedere al Governo un sostegno più tangibile e sopratutto più consistente di quello fino ad oggi ricevuto. E’ la protesta dei ristoratori toscani, partita da Firenze che poi si è allargata a tutta la Toscana ma sopratutto ad altre categorie professionali. E quindi Ncc, tassisti, gestori di pub, baristi, agenzie di viaggio ed anche estetite e parrucchieri. Partiti dal capoluogo toscano, sono arrivati nel pomeriggio al Pantheon, nel centro di Roma, dove – alla presenza di un nutrito presidio di polizia in assetto antisommossa – hanno inscenato una protesta decisa ma composta. Con le spalle al Pantheon, i rappresentanti delle diverse categorie professionali si sono alternate al microfono raccontando le difficoltà, il caos, la mancanza di prospettive e la paura del domani. I commenti hanno sottolineato la necessità di un sostegno più deciso e rapido: non le casse integrazione in ritardo da mesi, ma un vero “ristoro” che permetta alle attività di non morire. Una delegazione di manifestanti, che recava delle richieste specifiche da porre al governo, sono state ricevute dal premier Conte. Nel video il report della protesta.

Leggi anche:

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek