Alarm Phone, 70 migranti in difficoltà a sud Lampedusa: “Agirete o lascerete che affoghino?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:53

Alarm Phone lancia un nuovo appello alle autorità italiane: identificata un’imbarcazione con 70 migranti a sud Lampedusa. “Questa volta agirete o lascerete che le persone affoghino?”, si legge in un tweet.

70 migranti sud lampedusa - meteoweek.com
foto di repertorio – 70 migranti sud di Lampedusa

Non si fermano gli sbarchi e le rotte dei migranti verso il nostro Paese. Come si apprende nelle ultime ore, un’imbarcazione con a bordo 70 migranti è stata segnalata questa mattina a sud di Lampedusa da Alarm Phone, che avrebbe tra l’altro sottolineato di come un natante non identificato si sia rifiutato di prestare loro soccorso.

“Le autorità sono state informate, questa volta agiranno o lasceranno che le persone affoghino?” si legge nel tweet che Alarm Phone, che ribadisce il suo appello: “Le autorità italiane sono informate, non ritardare ulteriormente i soccorsi!”. Sempre secondo quanto condiviso da Alarm Phone, pare inoltre che due persone avrebbero già perso conoscenza e la situazione a bordo stia via via peggiorando. “Le 70 persone a bordo sono in preda al panico: esortiamo le autorità italiane a intervenire, ogni minuto conta“, ha esortato ancora l’organizzazione.

Troppi i naufragi negli ultimi giorni

E continuano a salire i numeri provocati dalla scia di vittime dei naufragi nel Mediterraneo. Numeri drammatici, che registrano almeno altre 94 persone morte in mare e tra le quali si conta anche un migrante di appena 6 mesi – morto tra le braccia degli operatori di Open Arms mentre era in attesa di soccorso. E ancora, nelle ore pomeridiane di ieri sarebbero invece almeno 74 i migranti che hanno perso la vita, annegando, nelle acque al largo delle coste della Libia, all’altezza di Khums. In quella disperata imbarcazione si contavano, oltre a tanti uomini, anche diverse donne e bambini.

naufragio migranti - meteoweek.com
foto di repertorio

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


A sopravvivere, di quel gruppo di 120 persone, sarebbero stati solamente in 47. Soccorsi dalle autorità e da alcuni civili, sono stati portati a riva dalle motovedette della guardia costiera libica e da alcuni pescatori. In serata, sempre nelle acque al largo della Libia, è stato poi registrato l’ennesimo naufragio, per il quale si sono contati altri 20 migranti morti.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Nel frattempo, giunge notizia che il ministero dell’Interno italiano ha infine assegnato un porto di sbarco sicuro alla Open Arms impegnata nelle ultime operazioni di soccorso, e che trasporta al momento più di 200 migranti. Oltre a loro, i cadaveri di cinque persone morte nell’ultimo naufragio. La nave si sta dirigendo verso la Sicilia, con destinazione Trapani.