Svolta nel giallo di Viktoriya: trovato il corpo senza vita della ragazza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:45

Dopo una lunga e intesa ricerca da parte dei carabinieri, oggi è stato trovato il cadavere di Viktoriya Vovkotrub, la donna scomparsa a Brescia una settimana fa.

Svolta nel giallo di Viktoriya: trovato il cadavere della ragazza

Viktoriya Vovkotrub, 42 anni, è stata trovata morta oggi a Brescia. Il cadavere della donna è stato trovato sotterrato in una bocciofila abbandonata a pochi metri di distanza dalla casa dell’ex compagno, Kadrus Berisa. Quest’ultimo, sessantenne di origini serbe, è ora stato arrestato con l’accusa di omicidio in quanto contro di lui ci sono pesanti indizi a partire dalle tracce di sangue e alcuni capelli trovati su un tappeto che l’uomo aveva gettato in una discarica pubblica e che i medici hanno stabilito appartenere alla vittima.

Svolta nel giallo di Viktoriya: trovato il cadavere della ragazza
Viktoriya Vovkotrub

LEGGI ANCHE:


Le ricerche e le indagini dei carabinieri, volte a ritrovare Viktoriya, sono state intense e sono durate una settimana, la donna era infatti scomparsa lo scorso 5 novembre. L’esito delle ricerche dei carabinieri è arrivato grazie ad una fitta indagine che ha portato i militari a raccogliere informazioni utili ed elementi importanti: questi hanno convinto le forze dell’ordine a mantenere l’accusa di omicidio nei confronti dell’ex compagno, nonché unico indagato per la scomparsa della donna. Di qui, dopo un sopralluogo a casa dell’ex compagno, i carabinieri hanno individuato il salotto quale luogo in cui è stato compiuto l’omicidio, rinvenendo tracce di sangue “compatibili con una dinamica di tipo violento”. Le tracce ematiche sono state poi confrontate con il Dna della donna e i risultati hanno chiarito tutti i dubbi: il sangue era lo stesso rinvenuto sopra il tappeto che il 60enne stava buttando in un cassonetto dell’immondizia.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek


Le ricerche sono state effettuate anche all’interno del garage dell’abitazione dove sulle manopole di una carriola è stato trovato altro sangue. Una volta raccolti tutti gli indizi, i militari sono tornati dall’uomo che ha fornito indicazioni utili al fine di ritrovare il cadavere della donna. Il corpo senza vita di Viktoriya si trovava sotto un metro di terra e per estrarlo i carabinieri, il medico legale e i vigili del fuoco hanno impiegato circa due ore al fine di preservare il più possibile “tracce ed elementi utili al prosieguo delle investigazioni”.