Esce di casa per una scalata ma non torna: 44enne trovato morto in parete

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06

Esce di casa per una scalata ma non torna: 44enne trovato morto in parete. Lo hanno trovato sospeso nel vuoto con corda attorcigliata a corpo

Esce di casa per una scalata, trovato morto in parete-Meteoweek.com

Un 44enne ucraino ma residente a Lozzo di Cadore (Belluno), Ruslan Yurkevych, ha perso la vita ieri dopo essere uscito di casa per un’arrampicata. I soccorritori hanno trovato il suo corpo ieri sera in una parete, dopo una richiesta di aiuto giunta al 112 verso le 19.
Non è ancora chiaro come abbia perso la vita, si presume per una manovra sbagliata, ma bisognerà fare ulteriori accertamenti.

Quel che invece è certo è che il 44enne era uscito per una passeggiata, e non vedendolo rientrare, è scattato l’allarme. I volontari del soccorso alpino si sono subito messi sulle tracce dell’uomo, in una palestra di roccia dove lo straniero avrebbe dovuto arrampicarsi.

Leggi anche:—>Emergenza Covid, il virologo Pregliasco: “Interventi hanno schiacciato la curva dei contagi”

Leggi anche:—>Mafia: maxi operazione a Foggia: decine di arresti nel capoluogo

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

I soccorritori“, ha spiegato il Soccorso alpino, “hanno iniziato a perlustrare la zona del lungolago fino ad arrivare a Ligonte, dove, all’inizio della palestra di arrampicata, lo hanno trovato senza vita. Non si sa se per una manovra sbagliata, facendo una calata sopra uno strapiombo, l’uomo era rimasto sospeso nel vuoto con la corda attorcigliata attorno al corpo”. Intanto i carabinieri della Compagnia di Cortina hanno contattato il magistrato di turno per avere il nulla osta per la rimozione del corpo. Dopo il recupero, i soccorritori hanno affidato la salma al carro funebre. Nelle prossime ore si terrà un’ispezione cadaverica esterna per accertare cosa sia realmente accaduto ieri e capire anche se sia stata una manovra fatale a fargli perdere la vita.