Napoli piange un’altra morte da Covid-19: medico Daniele Cagnacci stroncato dal virus in 5 giorni

Napoli di nuovo in lutto, un altro dottore scompare a causa del Covid-19: è Daniele Cagnacci, stroncato dalla malattia in soli cinque giorni. “Non abbiamo perso solo il nostro dottore ma un fratello”.

Daniele Cagnacci - meteoweek
Daniele Cagnacci – meteoweek

Ennesimo lutto nella comunità di Napoli. Si allunga la lista del personale medico sanitario che ha perso la vita a causa di questa gravosa pendemia. Secondo quanto si apprende dalle fonti, ieri sera se n’è andato il medico di famiglia Daniele Cagnacci, 64 anni. Con lo studio al corso Umberto, nel centro della città, Cagnacci era il punto di riferimento per un intero quartiere. E sempre nella giorna di ieri, all’età di 75 anni, si è spento all’ospedale Cotugno Alfonso Durante, infermiere in pensione tornato in servizio sulle ambulanze del 118 in questa difficilissima emergenza sanitaria.

Stroncato dal Covid il medico Daniele Cagnacci

Il medico di famiglia Daniele Cagnacci, è stato stroncato dal Covid-19 all’età di 64 anni. La malattia se l’è portato via in 5 giorni: Cagnacci aveva infatti scoperto di essere stato contagiato soltanto pochi giorni fa, con buona probabilità durante una delle tante visite ai pazienti, a cui non si sottraeva mai. Prima i sintomi, poi le drammatiche complicanze provocate dall’infezione: un peggioramento repentino e inaspettato, che purtroppo non gli ha lasciato alcuno scampo.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Come spiegano le fonti, quella di Cagnacci era una passione, più che una professione: sempre disponibiel ad aiutare il prossimo, questa sua dedizione così viviva e accesa è stata trasmessa persino a sua figlia, che si è laureata da poco alla facoltà di Medicina – che ora lascia sola, distrutta, insieme alla moglie.

Il ricordo dei suoi pazienti

Con il sopraggiungere della triste notizia della sua scomparsa, sono tanti coloro che lo ricordato con un ultimo messaggio d’addio, lasciato sui social. Si tratta in particolare dei pazienti del medico di base, che hanno ricordato con sincera ammirazione la professionalità di Cagnacci, così come le sue doti umane e la sua grandissima disponibilità. C’è chi lo ricorda gentile, “sempre presente nella vita dei suoi pazienti”, e “nonostante i dolori che avevano accompagnato la sua vita”.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

E ancora, c’è chi si dichiara “sconvolto, distrutto”; chi “non smette di piangere”. “Daniele, il mio amico, il mio dottore, il medico di famiglia da sempre non c’è più“, si legge in un altro dei messaggi di cordoglio pubblicati su Facebook. E ancora: “Non abbiamo perso solo il nostro dottore ma un fratello, ti vogliamo bene Daniele e grazie di tutto. Ora prenditi cura degli angeli in cielo, sei il dottore del Paradiso”.