Si suicida con pistola d’ordinanza: vice commissario Andrea Marchiori aveva 31 anni

Il vice commissario Andrea Marchiori si è suicidato. Il 31enne si è sparato un colpo di pistola mentre nel comando dei vigili. A rinvenire il corpo sono stati i colleghi.

L’agente Andrea Marchiori si è suicidato all’età di 31 anni – meteoweek.com

Una tragedia ha colpito ieri pomeriggio il Comando della Polizia municipale di Lecco. Il vice commissario Andrea Marchiori, in servizio da poco più di un anno, si è tolto la vita sul posto di lavoro, al civico 18 di via Sassi. Un colpo sordo, sferrato con la pistola d’ordinanza, che ha destato l’allarme dei colleghi. Questi ultimi hanno immediatamente chiamato i soccorsi. L’agente è stato trasportato in ambulanza in ospedale con il codice rosso. Gli operatori sanitari, tuttavia, non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita. Sulla vicenda stanno indagando la Digos, coordinata dal questore Alfredo D’Agostino, e i Carabinieri.

Chi era Andrea Marchiori

Il vice commissario Andrea Marchiori era originario di Misinto, nel Saronnese. Si era diplomato al liceo linguistico e aveva conseguito la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo all’Università di Milano col massimo dei voti. Nel suo paese di origine si era candidato come consigliere comunale alle elezioni del 2014, nella lista Insieme. Qualche mese dopo aveva deciso di intraprendere la carriera militare entrando nella Polizia Locale di Seregno, poi a Desio e a Cologno Monzese. A dicembre 2019 era riuscito a vincere un concorso per la copertura di un posto di istruttore direttivo a Lecco.

Ufficiale preparatissimo, gentile, educato, professionale e sempre disponibile. Un esempio per tutti, una bella persona“, così lo ricorda il sindaco di Cologno Monzese, Angelo Rocchi. “Ciao Andrea, ci mancherai“.

andrea marchiori
Andrea Marchiori, a gennaio scorso, alla festa della Polizia locale insieme ai colleghi e all’allora sindaco Virginio Brivio – meteoweek.com

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Leggi anche:


Le cause del suicidio di Andrea Marchiori sono ancora sconosciute. Il trentunenne era una persona tranquilla, affezionata alla famiglia di origine e al suo lavoro. Non era sposato. Qualche collega afferma sottovoce che da qualche mese aveva notato che l’agente stava vivendo un momento di stress, ma nessuno avrebbe mai pensato che potesse arrivare ad un gesto tanto estremo. Coloro che lo conoscevano sono profondamente sconvolti per la sua scomparsa.