Coronavirus, quando riaprono le scuole? Spunta un’ipotesi

Il ritorno a scuola potrebbe arrivare prima delle Feste Natalizie. La data scelta per il ritorno tra i banchi sarebbe quella del 9 dicembre.

Italia a zone, divisa in Regioni dal diverso colore: rosso, giallo, arancione. Zone diverse anche per la riapertura delle scuole. Sono a casa gli studenti delle scuole superiori, mentre nelle zone rosse non vanno a scuola neanche gli studenti di seconda e terza media. Ci sono poi regioni che hanno chiuso tutti gli istituti. Ma a lottare per la riapertura degli Istituti c’è Lucia Azzolina, che insiste e spinge affinché le scuole riaprono. A darle ragione c’è anche il Presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli, secondo cui la “scuola contribuisce “in modo assolutamente marginale alla curva di trasmissione” del virus.

Leggi anche:

E, proprio in parallelo con la discesa della curva del contagio da Coronaviurs, che sembra calare verso il basso, si pensa ora alla riapertura degli Istituti scolastici. L’alternativa, già proposta nei giorni scorsi, è quella di riavere gli studenti in classe a partire dal 7 gennaio, quindi dall’inizio del 2021. Eppure, ci sarebbe una data fissata già per inizio dicembre, il 9 dicembre.Dopo giorni in cui si è parlato di sci e cenoni, la scuola è tornata in primo piano, dopo il ponte dell’Immacolata e soprattutto dopo l’arrivo del nuovo Dpcm, in scadenza giovedì 3.

È l’ipotesi su cui lavora il Governo, grazie al pressing di Movimento Cinque Stelle e Italia Viva. Per primo Giuseppe Conte non ha escluso la possibilità di riaprire tutti gli istituti e a fargli eco c’è stato il Ministro della Salute Speranza: “Faremo il possibile per riaprire le scuole in dicembre, dobbiamo vedere il quadro epidemiologico, valutandolo giorno per giorno. Le scuole sono e restano una priorità assoluta per il governo”, ha riferito.