Coldiretti, un italiano su quattro non ha soldi per il Black Friday

Secondo un sondaggio della Coldiretti, pochissimi italiani possono permettersi spese pazze per il black friday: uno su quattro.

Non possono, e se possono non vogliono. Secondo un sondaggio Coldiretti, più di un italiano su quattro rinuncerà a fare acquisti nel Black Friday, che dovrebbe durare solo oggi ma che, in realtà, si protrae per diversi giorni. Il 28% degli italiani rinuncerà quindi a spese pazze nel weekend e il motivo, neanche a dirlo, è il peggioramento della propria situazione finanziaria. Peggioramento dovuto a sua volta all’emergenza Coronavirus, che sta mandando sul lastrico moltissime categorie ormai allo stremo. Secondo il sondaggio della Coldiretti, il 7% non farà regali a Natale; mentre il 32% non è proprio interessato alle offerte della giornata di sconti.

Leggi anche:

Il sondaggio analizza gli effetti della pandemia sul tradizionale shopping Natalizio. Effetti che, come si vede, sono critici. C’è però un 33% di italiani che approfitterà delle offerte: di questi, il 18% farà acquisti nei negozi tradizionali; il 15% si affiderà alla nuova frontiera del commercio, cioè l’online, anche a causa delle limitazioni agli spostamenti e alle aperture degli esercizi commerciali imposte dalle misure anti pandemia. Complessivamente il giro di affari quest’anno in Italia si attesterà sui 2 miliardi, tra l’aumento delle vendite on line e il calo di quelle nei negozi tradizionali; i consumatori statunitensi, tra feste e black, spenderanno invece tra i 755 e i 766 miliardi di dollari, con un aumento tra il 3,6% e il 5,2% rispetto all’anno scorso.

“Si sono moltiplicate anche a livello nazionale le promozioni commerciali per l’occasione che si allargano, dal web ai grandi gruppi commerciali fino ai mercati contadini”, chiarisce Coldiretti. Tra gli acquisti più gettonati ci sono tecnologia, abbigliamento, prodotti di bellezza, l’enogastronomia, a sua volta favorito dall’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola e dei sapori del territorio. “Ma il ventaglio delle offerte si è fortemente allargato dai prodotti ai servizi più vari e per questo il consiglio della Coldiretti è non farsi guidare dagli acquisti di impulso”, conclude Coldiretti, invitando i consumatori a confrontare sempre le varie offerte, accertarsi dell’originalità del prodotto e di rivolgersi nel caso della rete a siti sicuri.