Andrea muore sul marciapiede dell’hotel: il malore lo uccide a 41 anni

Andrea Trevisiol, camionista di Meolo in provincia di Venezia, è morto ieri mattina. Lavorava per il polo logistico Amazon di Castelguglielmo, ma un malore improvviso gli ha fatto perdere la vita.

andrea trevisiol morto meteoweek
Il luogo in cui Andrea ha perso la vita – meteoweek.com

Un malore improvviso, una morte che è davvero difficile da accettare per il modo in cui è arrivata. A patirla è stato un uomo di appena 41 anni, Andrea Trevisiol. Una persona che conduceva una vita normale, e che in attesa di trovare un alloggio tutto suo, viveva in un hotel, la Locanda del Sorriso di Bosaro, in provincia di Rovigo. Proprio sul marciapiede sul quale sorge la struttura in cui alloggiava, Andrea ha avvertito un malore che lo ha stroncato in maniera improvvisa. Nel giro di pochi minuti la sua vita si è spezzata, suscitando reazioni di grande dolore.

La tragedia è avvenuta la mattina di lunedì, intorno alle 8.30, quando Andrea stava per uscire per andare a lavorare. Guidava i mezzi che partono dal polo logistico di Amazon a Castelguglielmo, e che dirigono la merce per tutta la zona circostante. Era arrivato sul posto da poco, in quanto è nato e cresciuto a Meolo, in provincia di Venezia. Così ha deciso di fermarsi per qualche giorno nella Locanda del Sorriso. Andrea, L’hotel non era disponibile a causa delle restrizioni dovute al Covid. Tuttavia Andrea, dopo aver reso nota la sua situazione, era riuscito a ottenere le chiavi per entrare e uscire.

Tra le altre cose, tutte le persone che ancora si trovavano all’interno della struttura per mantenerne quantomeno il decoro sono risultate negative al tampone. Quindi è da escludere a priori l’eventuale coinvolgimento del Covid-19 in questa terribile tragedia. Proprio i titolari della Locanda sono stati i primi a rendersi conto che Andrea Trevisiol non stava bene. E non appena lo hanno trovato a terra e senza sensi, non hanno esitato a chiamare le forze dell’ordine. Lo descrivono come una persona riservata, che entrava e usciva dall’hotel per lavorare, fatta eccezione per il ritorno a casa a Meolo.

Andrea Trevisiol immortalato a Meolo – meteoweek.com

Leggi anche ->

Leggi anche ->

Nei giorni precedenti a questa tragedia, Andrea Trevisiol non stava benissimo. Aveva avvertito qualche linea di febbre, tanto che non era tornato dalla sua famiglia in provincia di Venezia, come faceva abitualmente nei fine settimana. L’uomo di 41 anni, nonostante fosse lì da circa un mese, non aveva instaurato rapporti particolari con nessuno. Neanche con i suoi colleghi, i quali lo avevano accolto bene all’interno del polo logistico Amazon di Castelguglielmo. Ora sono in tanti a piangerne la scomparsa, in primis proprio i gestori del suo posto di lavoro.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Tanto che non si è fatta attendere una nota commossa che saluta Davide, proprio da parte di Amazon. “Siamo dolorosamente colpiti da quanto accaduto – si legge nella nota firmata dai responsabili del polo – . I nostri pensieri e le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Andrea e alle persone a lui care”. Anche l’amministrazione comunale ha voluto rivolgere il proprio pensiero ai familiari del 41enne morto poche ore fa. Un onesto e instancabile lavoratore, stroncato da un malore proprio mentre stava per dirigersi sul posto di lavoro.