Namibia, il nuovo presidente regionale eletto si chiama Adolf Hitler

Uunona Adolf Hitler è il vincitore in maniera netta delle elezioni locali in Oshana, regione della Namibia. “Non ho piani per il dominio del mondo”, assicura in maniera sarcastica ai giornalisti che lo hanno intervistato.

adolf hitler namibia meteoweek
Adolf Hitler con il suo illustre omonimo – meteoweek.com

Adolf Hitler torna al comando di un Paese. Sarebbe una notizia da una parte terribile, se ricordiamo cosa ha combinato il gerarca nazista quasi 80 anni fa. Ma al tempo stesso sarebbe una situazione a dir poco strana, visto che il dittatore tedesco è morto ormai da qualche decennio. Ma al di là di tutto sarebbe una cosa ben poco praticabile, visto che Adolf Hitler avrebbe abbondantemente superato la soglia dei 100 anni. Eppure tutto questo è successo in Namibia, dove il nuovo presidente risponde proprio al nome del capo di Stato tedesco.

Spesso il nome che ci si porta dietro è uno dei pochi retaggi che gli uomini ottengono dai propri genitori. E il caso di cui stiamo per parlare è a dir poco curioso. Il soggetto in questione risponde al nome di Uunona Adolf Hitler. Ha 54 anni e poche ore fa è stato decretato come nuovo presidente della regione namibiana di Oshana. E le elezioni locali hanno dato un risultato netto, quasi come quelli a cui era abituato il suo illustre omonimo. Uunona ha vinto le elezioni della regione da lui governata con una percentuale quasi bulgara dell’85%.

La Namibia celebra la vittoria del partito Swapo – meteoweek.com

Naturalmente, a balzare all’occhio è stata la curiosa omonimia con il dittatore tedesco. Ma ci ha pensato lo stesso Adolf Hitler a far capire che non c’è nulla a che vedere con il suo illustre predecessore, seppur in un’altra nazione. “E’ stato mio padre a volermi chiamare così – ha dichiarato alla stampa locale – . Probabilmente non sapeva nemmeno che cosa avesse fatto Adolf Hitler, quello vero. Non credo sapesse il male che procurò alla storia dell’umanità”. Tra le altre cose, Uunona ha combattuto a lungo contro l’apartheid.

Leggi anche -> Povia interpreta “Bella ciao” : “Il nuovo Hitler è a Bruxelles”

Leggi anche -> Namibia respinge offerta di risarcimento della Germania riguardante massacri di massa

Da oggi in poi si ritrova a governare, con il ruolo di consigliere eletto, il distretto di Ompundja, nella regione di Oshana. Tra le altre cose, la nazione africana sta celebrando quest’anno i suoi primi 30 anni di indipendenza, ottenuta nel 1990 dopo essere stata sotto il controllo del Sud Africa. Proprio grazie a questo episodio è stata possibile la nascita di Swapo, partito di centro-sinistra per il quale Adolf Hitler si è candidato la prima volta. Inoltre il partito aveva perso il controllo di oltre 30 città e paesini nelle elezioni precedenti. Per questo motivo la vittoria è vista ancor più di buon grado.