La sua ex ragazza gli dice che è brutto e lui le taglia la gola: “L’amavo e mi ha insultato”

La sua ex ragazza gli dice che è brutto e lui le taglia la gola: “L’amavo e mi ha insultato”. Lui non accettava che lei lo avesse lasciato

Bernardino Matias-Meteoweek.com

La sua ex ragazza lo aveva definito “brutto” e lui l’ha sgozzata. Lo ha confessato lui stesso, Bernandino Matias, alla polizia. Lei era Tania Rico, 16 anni, di Decatur, Alabama, dove è avvenuto il delitto. Bernandino Matias l’aveva uccisa nell’ottobre 2019 e solo dopo mesi ha confessato l’accaduto, ammettendo di essere stato impulsivo a causa di un insulto.

Il giovane, 20 anni, ha detto di essersi sentito offeso perché lei lo aveva definito brutto e impulsivamente l’ha presa per capelli e le ha tagliato la gola con un coltello. Ha detto di averle chiesto se stesse bene, poi ha riferito ancora alla polizia: “Stava insultando me e la mia famiglia, ha detto che avevo una brutta faccia. Mi ha detto di andarmene … le ho detto che l’amavo … ho lasciato la scuola per pagare l’appartamento per vivere con lei“.

Leggi anche:—>Roberta muore travolta da un’auto mentre attraversa sulle strisce sotto gli occhi della nipote

Leggi anche:—>Il Covid uccide entrambi: Carolina muore durante il funerale del marito

La sua ex lo aveva mollato per un altro ma lui non riuscivo ad accettare di non stare più con lei. In questi giorni è in corso il processo contro di lui, e il magistrato ritiene che data l’efferatezza dell’omicidio, il giovane debba essere trattato al pari di un adulto.