Arrestato nonno orco: violentava la nipote neonata in diretta streaming

Nuovo caso di pedofilia a Milano: un nonno violenta sua nipote e manda tutto in streaming online. Arrestato dalla polizia Postale, possedeva migliaia di file a sfondo pedopornografico.

nonno violenta nipote milano - meteoweek
Milano, nonno violenta sua nipote neonata – meteoweek

Finisce in manette un uomo di 53 anni di Milano: l’accusa è quella di violenza sessuale nei confronti di sua nipote, una bimba piccolissima di nemmeno un anno. L’indagine è partita a seguito del consueto monitoraggio online condotto dal Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia. Secondo quanto viene riportato dalle fonti, l’uomo è infatti stato scoperto dagli agenti mentre pubblicava, in diretta web, gli abusi nei confronti della piccolina su una piattaforma streaming.

Milano, nonno violentava la nipote in diretta streaming

Avrebbe dovuto accudire e difendere sua nipote, quando invece ne abusava ripetutamente e pubblicava tutto in diretta online. Arrestato un orco di 53 anni di Milano, scoperto dagli agenti della Polizia postale di Milano, coordinati dalla Procura del capoluogo lombardo, mentre si rendeva protagonista di quelle drammatiche violenze. La vittima è una bimba di nemmeno un anno, che la figlia dell’uomo (inconsapevole di quell’orrore) lasciava da lui poco prima di recarsi a lavoro.

Gli agenti della Postale si sono imbattuti nei suoi video nei mesi scorsi, mentre scandagliavano i contenuti di una piattaforma gratuita per lo streaming online. Alla visione di quelle terribili immagini, subito sono scattate le attività di “congelamento” del contenuto multimediale, e sono partiti tempestivamente tutti i dovuti accertamenti che hanno permesso gli investigatori di risalire all’identità dell’orco.

Mettendo in atto una sorta di “pedinamento” digitale, è stato perciò possibile raccogliere tutte le prove a conferma dell’accusa a carico del 53enne. A violentare quella piccola era proprio suo nonno materno, al quale la bimba era affidata quando sua madre era fuori casa.

LEGGI ANCHE: India, prete e suora condannati per omicidio: colpevoli della morte di una 19enne nel 1992

Risaliti all’identità dell’orco, è stata perciò disposta anche una perquisizione della sua abitazione, dove sono stati analizzati soprattutto i dispositivi digitali dell’uomo. Sempre secondo quanto riportato dalle fonti, gli investigatori avrebbero in questo caso ritrovato, salvati sui device dell’uomo, oltre 20 video che documentavano gli abusi, insieme a decine di migliaia di file pedopornografici, con protagonisti altri piccoli minori.

LEGGI ANCHE: Strage a Trebaseleghe, uccide i figli a coltellate e si toglie la vita: si indaga tra divorzio e olismo

Alla luce di ciò, e “considerata l’estrema gravità dei fatti, gli univoci elementi di colpevolezza raccolti e l’attualità del pericolo di reiterazione del reato“, la Procura di Milano ha chiesto e ottenuto dal gip l’emissione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere. Finisce perciò in manette il nonno orco di Milano.