Categorie
Curiosità

Gesù è nato nel nostro cuore – Il Vangelo di oggi Venerdì 25 Dicembre 2020

Gesù è nato! E’ nato nel cuore di ognuno di noi con il suo amore e con la sua luce. Questo perché ci ama di una amore immenso.

Liturgia di oggi Venerdì 25 Dicembre 2020

  • NATALE DEL SIGNORE (MESSA DELL’AURORA) – SOLENNITÀ

Oggi la luce splenderà su di noi:
è nato per noi il Signore.
Il suo nome sarà: Consigliere mirabile, Dio potente,
Padre per sempre, Principe della pace.
Il suo regno non avrà fine. (Cfr. Is 9,1.5; Lc 1,33)

Prima Lettura

Ecco, arriva il tuo Salvatore.
Dal libro del proefta Isaia
Is 62,11-12

Ecco ciò che il Signore fa sentire
all’estremità della terra:
«Dite alla figlia di Sion:
Ecco, arriva il tuo salvatore;
ecco, egli ha con sé il premio
e la sua ricompensa lo precede.
Li chiameranno Popolo santo,
Redenti del Signore.
E tu sarai chiamata Ricercata,
Città non abbandonata».

Parola di Dio

Gerusalemme, la Figlia di Sion – meteoweek.com

Salmo Responsoriale – Dal Sal 96 (97)

R. Oggi la luce risplende su di noi.
Il Signore regna: esulti la terra,
gioiscano le isole tutte.
Annunciano i cieli la sua giustizia
e tutti i popoli vedono la sua gloria. R.

Una luce è spuntata per il giusto,
una gioia per i retti di cuore.
Gioite, giusti, nel Signore,
della sua santità celebrate il ricordo. R.

Seconda Lettura

Ci ha salvati per la sua misericordia.
Dalla lettera di san Paolo apostolo a Tito
Tt 3,4-7

Figlio mio,
quando apparvero la bontà di Dio, salvatore nostro,
e il suo amore per gli uomini,
egli ci ha salvati,
non per opere giuste da noi compiute,
ma per la sua misericordia,
con un’acqua che rigenera e rinnova nello Spirito Santo,
che Dio ha effuso su di noi in abbondanza
per mezzo di Gesù Cristo, salvatore nostro,
affinché, giustificati per la sua grazia,
diventassimo, nella speranza, eredi della vita eterna.

Parola di Dio

Il Vangelo di oggi Venerdì 25 Dicembre 2020

I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino.
Dal Vangelo secondo Luca
Lc 2,15-20

Appena gli angeli si furono allontanati da loro, verso il cielo, i pastori dicevano l’un l’altro: «Andiamo dunque fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere».

Andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.

Parola del Signore

Gesù è nato nel nostro cuore! – Il commento al Vangelo di oggi Venerdì 25 Dicembre 2020

Gesù è nato! E’ nato nel cuore di ognuno di noi con il suo amore e con la sua luce. Questo perché ci ama di una amore immenso.

Infatti, Gesù ha deciso di partecipare per sempre, dal giorno della sua nascita, fino all’eternità nel paradiso, alla nostra natura umana. Poteva rimanere, il Figlio di Dio, nella natura incorporea del Verbo di Dio. Eppure ad un certo punto ha scelto di diventare uomo per noi, perché era l’unico modo per salvarci.

Dov’è Gesù oggi?

Dio ha deciso di diventare un bambino indifeso e povero che da quella mangiatoia annuncia che lo potremo trovare sempre… E dove? Nel nostro prossimo. Dio è ora negli occhi di ogni uomo. In ognuno noi possiamo ritrovare il volto di quel Bambino che ha fatto di noi suoi fratelli.

Se nel mondo c’è l’amore, ricordiamoci che è merito di Gesù. Se nel mondo ci fosse anche solo una cosa bella, quella è suo merito, è suo dono. Non dimentichiamoci di lui, e non dimentichiamoci di noi, di quanto ognuno di noi è importante per lui.


Il commento al Vangelo di ieri


E’ vero, ci sono anche tante cose brutte di cui non possiamo capire il senso ma di cui Lui solo può portare tutto il peso. E’ il peso della nostra libertà. E’ il peso dell’amore che lascia liberi. Liberi come l’amore di un bambino venuto in una mangiatoia a morire per noi, al freddo della nostra indifferenza, ma riscaldato dal nostro affetto. Non dimentichiamoci quindi di quanto il nostro amore è importante per Gesù. Non dimentichiamoci del festeggiato di oggi, in questo giorno di gioia. Oggi è in un certo senso, anzi, nel vero senso della parola, il suo “compleanno”. Quindi, Buon compleanno, Gesù Bambino, ti doniamo i nostri cuori.