Prima la lite, poi la tragedia: accoltella compagna alla gola e fugge con bimbo

Milano, un uomo di 29 anni accoltella la compagna alla gola e fugge via con il bimbo di 18 mesi. Indentificato e arrestato dalle forze dell’ordine. La donna è stata ricoverata, e verserebbe in gravi condizioni.

accoltella compagna e fugge - meteoweek
foto di repertorio – accoltella la compagna e fugge – meteoweek

Un’inaspettata tragedia, quella che si è verificata questa mattina a Vaprio D’Adda, nel Milanese. Come viene riportato dalle fonti dell’Ansa, un uomo ha infatti accoltellato una giovane donna che vive insieme lui, per poi darsi alla fuga rapendo un bimbo di appena 18 mesi. Durata poco, però, la sua fuga: nel giro di poco tempo, infatti, le autorità sono riuscite a rintracciarlo, a bloccarlo e infine arrestarlo.

Prima la lite, poi il fendente alla gola

L’episodio si è verificato verso le ore 8:00 di questa mattina, lunedì 28 dicembre, a Vaprio D’Adda, un comune di Milano. Al momento non sono state divulgate le generalità né dell’uomo né della donna rimasta vittima della violenta aggressione. Secondo quanto si apprende dalle fonti, però, la tragedia sarebbe stata scatenata da una lite avvenuta tra i due, che vivono insieme nello stesso appartamento già da diverso tempo. La coppia, si porta, convive in una palazzina in via Baraggia.

LEGGI ANCHE:Scopre di essere positivo al Covid e si spara alla testa: gravissimo il pensionato

Questo dunque il palcoscenico in cui si è svolto il dramma; protagonista, invece, l’uomo di 29 anni che, con in mano un coltello preso dalla cucina, si è avventato senza scrupolo sulla 24enne, colpendola e ferendola gravemente alla gola. Dopo l’aggressione, il 29enne si sarebbe immediatamente allontanato dall’appartamento, prendendo con sé però un bambino di soli 18 mesi.

Arrestato l’uomo, soccorsa la donna

Durata poco la fuga dell’uomo: sono bastate poche ore, infatti, per permettere alle forze dell’ordine di identificare, rintracciare e bloccare il 29enne, che oltre ad aver accoltellato la sua convivente, ha anche rapito un bambino di nemmeno due anni.

LEGGI ANCHE: Coinquilini morti, a tradirli la stufetta che usavano per scaldarsi: ipotesi della fuga di gas

L’aggressore è stato fermato e arrestato, mentre pare che il piccolino sia rimasto totalmente illeso. Diverso, invece, il destino della 24enne. Profonda e molto seria la ferita che le è stata inferta alla gola. Soccorsa dal 118 e trasportata d’urgenza in codice rosso all’ospedale di Melzo (Milano), la giovane è stata ricoverata, e le sue condizioni appaiono ancora molto gravi.