Non torna per le vacanze di Natale, 28enne sparisce da Barcellona: finito in carcere in Marocco

Sparito da diversi giorni, Francesco Canevaro è stato rintracciato in Marocco. La denuncia della madre: “Mio figlio di 28 anni è scomparso a Barcellona”. Ora è in carcere per possesso di droga.

Francesco Canevaro - meteoweek
il 28enne Francesco Canevaro – meteoweek

Francesco Canevaro era sparito da giorni. Originario di Bassano, la madre ne aveva denunciato la scomparsa sabato scorso, il 26 dicembre. Il 28enne, infatti, sarebbe dovuto tornare a casa martedì 22 dicembre dopo un periodo di lavoro svolto a Barcellona. Un rientro che tuttavia non c’è mai stato, e sul quale la Polizia, la Prefettura e la Farnesina hanno lavorato a lungo. Dopo diversi tentantivi di rintracciamento, il giovane è stato infine ritrovato, sì, ma non in Spagna: Francesco è infatti finito in Marocco, in carcere, in attesa di giudizio per possesso di droga.

La scomparsa di Francesco Canevaro e l’appello sui social

La notizia della sua scomparsa era rimbalzata su tutti i social. Il 28enne Francesco Canevaro aveva lasciato Bassano sabato 5 dicembre per andare a lavorare a Barcellona, in Spagna, dove era riuscito a guadagnarsi un impiego nel graphic design. Sarebbe però dovuto rientrare martedì 22, per trascorrere le festività natalizie insieme alla sua famiglia, in Italia. Al 22 dicembre, però, risale l’ultimo contatto che Francesco ha avuto con i suoi cari, dato che da quel giorno il suo cellulare risulta costantemente irraggiungibile.

La famiglia ha perciò provveduto ad allertare le forze dell’ordine, denunciandone la scomparsa nella giornata di sabato scorso. Sui social si sono poi diffuse diverse catene, intente a diffondere la notizia nei vari gruppi di italiani residenti in Spagna e, in particolar modo, a Barcellona. Oltre al popolo di internet, si è interessata al caso anche il sindaco di Bassano, Elena Pavan, mentre sulle sue tracce si sono messi gli agenti della Polizia, gli uomini della Prefettura e anche la Farnesina. Fino a che il 28enne non è stato infine ritrovato. La notizia è arrivata ieri: il giovane è vivo, ma è finito in Marocco e si trova al momento rinchiuso in carcere.

LEGGI ANCHE: Scopre di essere positivo al Covid e si spara alla testa: gravissimo il pensionato

Finito in carcere in Marocco, udienza a metà gennaio

Francesco Canevaro in carcere in Marocco - meteoweek
foto via il Giornale di Vicenza

Come viene spiegato da Il Corriere, la Farnesina è riuscita a ricostruire quanto accaduto al giovane di Bassano, dal suo arrivo in Spagna fino al suo “viaggio” in Marocco. Il 28enne, infatti, avrebbe raggiunto il Paese nordafricano in totale autonomia, spiegano le autorità. Invece di tornare in Italia, si sarebbe infatti diretto fin lì in auto, e meta del suo viaggio sarebbe stata la città di Tangeri – da dove è poi ripartito per tornare in Spagna. Qualcosa è andato storto nel viaggio di ritorno, però, al confine di Gibilterra: durante i consueti controlli di rito, infatti, le autorità locali lo avrebbero scoperto in possesso di sostanze stupefacenti. Per questo il giovane è stato trattenuto in carcere.

LEGGI ANCHE: Prima la lite, poi la tragedia: accoltella compagna alla gola e fugge con bimbo

A raggiungere la famiglia con la notizia è stato il ministero degli Esteri, che nella mattinata di ieri ha reso noto quanto pervenuto alla Farnesina. Le autorità italiane sono ora impegnate per permettere il rientro del 28enne in patria, anche se si prevede che ciò non sarà possibile prima della metà di gennaio 2021. All’inizio del prossimo anno, infatti, è stata fissata un’udienza del tribunale marocchino, con la quale verranno accertate le eventuali responsabilità di Francesco Canevaro.