Categorie
Cronaca

Tutto sul vaccino: composizione, efficacia e perché ci è voluto così poco per ottenerlo

Tutto sul vaccino: composizione, efficacia e perché ci è voluto così poco per ottenerlo. Quanto durerà l’efficacia dei vaccini?

Vaccino Covid-Meteoweek.com

 

Tutti si chiedono quanto tempo durerà il vaccino, se sarà realmente efficace, com’è composto, quali sono i vaccini approvati. Ecco le risposte ad alcune domande in merito. I vaccini  anti Covid hanno differenti composizioni. I vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna sono composti da Rna messaggero, mentre  quello di AstraZeneca sfrutta il vettore virale. Il suddetto Rna consiste in una sequenza di basi genetiche sintetizzata in laboratorio. Poiché si tratta di una molecola instabile, è  incapsulata in una nanoparticella di grasso e conservata a bassissime temperature: -20 quella di Moderna, -70 Pfizer-BioNTech. A parte gli eccipienti il vaccino non è composto da altro.

Leggi anche:—>Vescovo ausiliare arcidiocesi cattolica rapito in Nigeria da uomini armati

I vaccini attualmente approvati nel mondo sono 7: tre provengono dalla Cina e due dalla Russia, oltre a Moderna e Pfizer-BioNTech. Tuttavia, in Russia e Cina non vi sono autorità regolatorie indipendenti, mentre in Europa e in America le imprese produttrici dei vaccini si districano raccogliendo i risultati delle sperimentazioni eseguite sull’uomo e le mandano alle autorità regolatorie (Fda Usa ed Ema Europa) per sottoporle a verifiche.

Leggi anche:—>Covid: La scuola non deve pagare il prezzo della terza ondata [VIDEO]

Per produrre questi vaccini ci è voluto molto poco come in molti hanno potuto notare, quando di solito si impiegano anni. La ragione è che innanzitutto già nel 2003 quando si diffuse il coronavirus della Sars, la scienza aveva prodotto un vaccino mai utilizzato perché poi quel virus è scomparso. La seconda è che le varie fasi di sviluppo (preparazione, test su uomo e produzione) si sono verificate in contemporanea e non in sequenza. Si tratta di un rischio dal punto di vista economico, perché fallire in una delle suddette fasi porterebbe a un grande spreco di denaro. Tuttavia i fondi investiti dai governi hanno frenato i rischi per le varie imprese.

Quanto tempo durerà l’efficacia dei vaccini?

Vaccino -Meteoweek.com

Sarà il tempo a dire per quanto tempo saranno efficaci i vaccini. Conosciamo il nuovo virus da un anno e non ci sono abbastanza dati per periodi di tempo maggiori. L’immunità, tuttavia, dovrebbe durare circa un anno, ma restano ipotesi. Tra l’altro, gli anticorpi nei guariti sembrano durare circa 6-9 mesi. Un certo numero di vaccinati si sottoporrà a uno studio, nel tempo, per osservare l’andamento del loro percorso immunitario. Quando scadrà il periodo di protezione, bisognerà rifare il vaccino.

Leggi anche:—>Covid e consumi in crisi, in Italia chiuse oltre 300mila aziende

Attualmente non è certo se i vaccini proteggono solo dai sintomi o anche dal contagio. Gli esperimenti sull’uomo hanno interessato circa 20-40mila volontari per ogni tipo di vaccino. Da notare che ai test si sono sottoposti solo volontari con i sintomi del Covid, quindi non vi sono dati per gli asintomatici. Questo perché sarebbe stato difficile fare a tutti tamponi regolari.  Per comprendere se il vaccino protegge solo dai sintomi gravi oppure riesce a prevenire anche il contagio ci vorranno altri test ripetuti su un certo numero di volontari, dopo che avrà avuto luogo la campagna di vaccinazione. Quindi finché non vi saranno certezze, i vaccinati dovranno continuare a osservare le precauzioni anti contagio. Si prevede che tra un anno l’Italia, dopo la campagna dei vaccini avrà ricevuto 202 milioni di dosi da sei imprese: Pfizer-BioNTech, Moderna, AstraZeneca, Johnson&Johnson, Sanofi e CureVac. Il vaccino sarà somministrato in due volte.

Quali gli effetti collaterali?

Vaccino- (Photo by David Greedy/Getty Images)

 

Finora 2 milioni di persone hanno ricevuto il vaccino Pfizer o Moderna e sono occorse 8 reazioni allergiche gravi subito dopo l’iniezione, tutte risolte. Ecco perché la somministrazione del vaccino si tiene  in una struttura medica che in caso di shock anafilattico, interviene subito per prestare assistenza. Tra gli effetti collaterali leggeri,  per quanto concerne Pfizer, si sono verificati dolore nel punto dell’iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari o brividi, febbre. Ad un volontario su 1000 l’effetto collaterale ha interessato i muscoli del viso, temporaneamente paralizzati.

Leggi anche:—>Covid, decine di falsi positivi ad Aosta a causa di un guasto in laboratorio

Se tutto andrà bene per il prossimo autunno la campagna di vaccinazione sarà completata. Allora gli scenari che si paventeranno saranno vari: il Covid potrebbe mutare e mitigarsi, diventando simili agli altri 4 tipi di coronavirus che provocano il raffreddore. Un’altra ipotesi è che possa rimanere pericoloso per anni, il che ci costringerebbe a numerose vaccinazioni e a mantenere le precauzioni. Tutto dipenderà dai seguenti fattori: rapidità di mutazione, efficacia vaccini, e durata immunità.