Categorie
Cronaca News

Vaccino Covid, ecco il modulo per il consenso informato

Arriva il modulo che è necessario firmare prima di sottoporsi al vaccino Covid-19. Il ministero della Salute ha reso nota la circolare sulla procedura vaccinale.

vaccino covid modulo meteoweek
Un’istantanea del modulo – meteoweek.com

Si continua a procedere passo dopo passo per il processo di somministrazione del vaccino Covid-19. Il ministero della Salute ha reso nota in queste ore la propria circolare sulla procedura vaccinale. Ma nel frattempo è stato pubblicato anche un fac-simile di quello che sarà il modulo di consenso informato, prima di ricevere proprio l’antidoto contro il Coronavirus. Ci sono diversi aspetti che vengono toccati in quella che è una vera e propria certificazione. Dall’informativa sui rischi e sui benefici, alle modalità terapeutiche alternative alla somministrazione del vaccino Covid.

E poi nel modulo si parla della comunicazione di eventuali effetti collaterali. Inoltre nella circolare si legge che ci riceve il vaccino contro il Covid-19 dovrà restare nella struttura per almeno 15 minuti dopo la somministrazione. Passando al modulo che è stato diffuso in queste ore, queste sono le prime righe: “Sono stato correttamente informato con parole a me chiare, ho compreso i benefici ed i rischi della vaccinazione, le modalità e le alternative terapeutiche, nonché le conseguenze di un eventuale rifiuto o di una rinuncia al completamento della vaccinazione con la seconda dose“.

SCARICA QUI IL MODULO

Si prosegue manifestando la consapevolezza e la responsabilità nel rendere noti eventuali effetti collaterali. “Sono consapevole che qualora si verificasse qualsiasi effetto collaterale sarà mia responsabilità informare immediatamente il mio medico curante e seguirne le indicazioni”. E poi c’è il passaggio relativo alla permanenza, per almeno un quarto d’ora, presso la struttura in cui viene somministrato il vaccino. “Accetto – si legge – di rimanere nella sala d’aspetto per almeno 15 minuti dalla somministrazione del vaccino per assicurarsi che non si verifichino reazioni avverse immediate. Acconsento ed autorizzo la somministrazione della vaccinazione mediante vaccino ‘Pfizer-BioNTech COVID-19’“.

Il 27 dicembre è partita la vaccinazione in Italia – meteoweek.com

Leggi anche -> Vaccino AstraZeneca, ecco gli errori che rinviano la sua immissione sul mercato

All’interno della circolare diffusa dal Ministero della Salute si legge anche la nota informativa sul vaccino contro il Covid-19. A essa si aggiunge anche il passaggio sulle modalità con cui l’antidoto viene somministrato ai cittadini. Si ricorda che il vaccino non viene ancora somministrato ai soggetti con un’età inferiore ai 16 anni, oltre alle donne in stato di gravidanza e in fase di allattamento. “È molto importante – si legge – che Lei si ripresenti per la seconda somministrazione, altrimenti il vaccino potrebbe non funzionare“.

Leggi anche -> Covid-19 | Medici FIGC: “Vaccino obbligatorio per tutti i calciatori professionisti”

Un altro punto importante è il punto 6, in cui si legge che “possono essere necessari fino a 7 giorni dopo la seconda dose del vaccino per sviluppare la protezione contro il COVID-19“. Si passa infine alla sezione dedicata a quelle che nella circolare vengono definite “reazioni avverse” al vaccino stesso. Tra quelle maggiormente comuni ci sono la sensazione di stanchezza, il mal di testa, la febbre, i brividi e i dolori articolari. Le reazioni più gravi e rare sono invece le reazioni allergiche. Tra queste spiccano l’orticaria, i rigonfiamenti e le difficoltà nella respirazione.