Categorie
Politica

Vincenzo De Luca: “Il vaccino un atto di altruismo. Ho fatto da cavia per i napoletani”

Nuovi miracoli, in Campania, sottolineati da Vincenzo De Luca. Il Presidente, durante l’ultima conferenza, ha ribadito che la sua scelta di sottoporsi al vaccino è stata dettata dall’altruismo.  

E’ passata più di qualche settimana da quando Vincenzo De Luca si è sottoposto al vaccino anti-Covid. Il Governatore della Campania non ha atteso il suo turno ed è ricorso alla somministrazione della dose del Pfizer-Biontech, proprio nel giorno del Vax day, senza aspettare un attimo. Non l’ha fatto in silenzio, ma pubblicamente, diffondendo la notizia attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. Mi sono vaccinato. Dobbiamo farlo tutti nelle prossime settimane. È importante per vincere la battaglia contro il #Covid19 e tornare alla vita normale. Senza abbassare la guardia e rispettando le norme”, si legge in didascalia.

Leggi anche: Vaccini, Vincenzo De Luca fa prima di tutti, ma Mattarella attende ancora il suo turno

E ieri, durante la consueta conferenza stampa per fare il punto sul Coronavirus, De Luca ha motivato così la sua scelta: “I cittadini campani hanno il presidente che ha fatto da cavia. Per la prima somministrazione, tranne un po’ di stordimento e un minimo di fastidio, non mi è successo niente. Se volete essere tranquilli, aspettate la seconda iniezione e, se dovessi andarmene dal creatore, ovviamente avrete un motivo per essere prudenti e magari scegliete un altro vaccino”. Poi, ancora: “Se io, come ardentemente spero, rimarro’ in questa valle di lacrime a calpestare prati fioriti, allora potete farvi tranquillamente il vaccino“.

Leggi anche: Vaccini Covid: Italia prima in Ue per dosi somministrate, ottava nel mondo

Un atto dimostrativo

De Luca, insomma, ha parlato di un atto dimostrativo ma, viste le opinioni e le critiche arrivate anche dal Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, non sembra essere davvero così. “Non manca mai in Italia qualcuno che trova il tempo e la voglia di fare sciacallaggio anche su un gesto che era semplicemente simbolico, che serviva a dare coraggio e fiducia agli anziani, a dimostrare che il vaccino è sicuro”, ha commentato il Presidente della Regione citando Joe Biden, Kamala Harris, Benjamin Netanyahu come esempi di chi ha fatto ciò che ha fatto lui. Più che demagogia e sciacallaggio, però, le critiche sono arrivate per le tempistiche. De Luca ha scavalcato tutti e presto il posto di altri, in nome, più che di altruismo, della sua posizione. De Luca ha infine spiegato che il suo gesto serviva anche a “contrastare la nuova ondata dei no vax, il personale medico non disponibile, le false notizie sulla pericolosita’ del vaccino. Sui social ci sono cose inimmaginabili”.