Categorie
News Politica

Crisi di governo, il centro destra chiede le dimissioni di Conte

“Il centrodestra – prima forza politica del Paese – chiede che il Presidente del Consiglio prenda atto della crisi e si dimetta immediatamente o, diversamente, si presenti domani in Parlamento per chiedere un voto di fiducia. Se non ci sarà la fiducia, la via maestra per riportare al governo del Paese una maggioranza coesa ed omogenea, con un programma condiviso e all’altezza dei problemi drammatici che stiamo affrontando, resta quella delle elezioni”. Questo quanto si legge in una nota congiunta dei leader dell’opposizione.

Indisponibili ad appoggiare governi di sinistra

“Ci affidiamo alla saggezza del Presidente della Repubblica per una soluzione rapida: i partiti del centrodestra ribadiscono con chiarezza la loro indisponibilità a sostenere governi di sinistra“. Così una nota congiunta dei leader del centrodestra, diffusa al termine del vertice di stasera.

Toti: Conte si sbrighi, o in Parlamento o al Colle

“Bisogna capire cosa succederà al Governo nelle prossime ore, spero che la situazione si chiarisca in fretta perché francamente, in un momento tanto complesso e difficile, il Paese non può permettersi di aspettare”. Lo ha dichiarato il Presidente della Liguria e leader di Cambiamo! al termine del vertice del centrodestra che si è da poco concluso a Roma. “O il Premier Conte domani andrà in Parlamento – ha continuato Toti – e dirà qual è la posizione del Governo se sarà in grado di andare avanti, oppure andrà a dimettersi al Quirinale e si aprirà formalmente la crisi. Una crisi che è nata in televisione e sui social, in modo non istituzionale, tanto che io ho persino cercato dove fosse il pulsante per partecipare con il televoto ma non l’ho trovato. Perciò – ha concluso il governatore – mi auguro che la situazione si chiarisca al più presto e in modo un po’ più chiaro e un po’ più istituzionale. Il Paese non può permettersi di perdere tempo”.

Giovanni Toti

L’Italia non ha tempo, fate presto

“All’insensibilità del governo che ignora il grido di disperazione di tante, troppe, piazze italiane, diciamo che è davvero irresponsabile. L’Italia non ha tempo, bisogna fare presto!” Lo scrive su Twitter Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

Conte lasci o venga subito in Parlamento

“La crisi è aperta e poiché il tempo è un fattore determinante visto che siamo nel pieno di una pandemia, delle due l’una: o Conte sale al Quirinale stasera stessa a rassegnare le sue dimissioni, oppure domani si presenta alle Camere, visto che ancora siamo in una Repubblica parlamentare”. Lo ha affermato in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Basta vergognoso teatrino. Si torni alle urne

“Basta con questo squallido teatrino che dura da mesi e che oggi, con la vergognosa conferenza stampa di Matteo Renzi e l’annuncio del ritiro dei suoi ministri, ha raggiunto il culmine. Questo Governo ha fallito, gli italiani non possono più subire le loro angherie a colpi di Dpcm e ristori insufficienti. Il Presidente Conte ne prenda atto, si dimetta e si torni immediatamente alle urne”. E’ quanto dichiara in una nota Salvatore Deidda, Deputato di FdI.

Salvatore Deidda

Maggioranza finita, ora dimissioni Conte

“La mossa di Renzi ha ufficialmente aperto la crisi, la maggioranza che sosteneva il Conte bis non esiste più. Il centrodestra unito chiede con forza un atto formale da parte del presidente del Consiglio, che non può più rimanere asserragliato a Palazzo Chigi. Il premier salga al Colle per dimettersi oppure, già domattina, si presenti in Parlamento per chiedere a Camera e Senato un voto di fiducia. Fare presto, e rispettare le tappe della nostra democrazia parlamentare”. Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Roberto Occhiuto