Da pianista a rider causa Covid: Adriano Urso è morto d’infarto a 40 anni mentre lavorava

Da pianista a rider causa Covid: Adriano Urso è morto d’infarto a 40 anni mentre lavorava. L’uomo stava spingendo la sua auto in panne

 

Adriano Urso-Meteoweek.com

 

Era uno dei pianisti jazz più apprezzati della scena romana, ma con la cancellazione degli eventi dal vivo Adriano Urso ha trovato un altro lavoro per mantenersi. Faceva il rider e mentre stava lavorando è morto lo scorso 10 gennaio colpito da un infarto. Stava cercando di spingere la sua auto in panne.

È solo l’ennesima di molte tragedie indirette causate dal Covid, in questo caso nel settore musicale. In particolare, per chi vive di musica e ogni sera con concerti e spettacoli in piccoli locali cerca di mantenersi. Sono in migliaia i tecnici, gli artisti ad essere in grande difficoltà economica.

Leggi anche:—>Negazionista scatta foto e video negli ospedali: Covid non esiste. Critiche sui social, polizia la multa

Gli amici del Cotton Club, locale di Roma in cui di solito si esibiva, lo ricordano mentre guidava un’auto d’epoca, indossando un abito elegante, col suo tabacco da fiuto e la sua valigetta. E proprio mentre spingeva quell’auto d’epoca, una Fiat 750 Special, si è spento all’improvviso.