Bollettino coronavirus 19 gennaio: 10.497 nuovi contagi 603 decessi

Il bollettino del ministero della Salute di oggi 19 gennaio con i dati riguardanti l’epidemia di Covid-19 in Italia.

Il bollettino del ministero della Salute di oggi, 19 gennaio, dichiara 10.497 nuovi contagi e 603 decessi. Sono 254.070 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 158.674. Il tasso di positività è al 4,1%, in calo rispetto al 5,6% di ieri (-1,5%).

Sono in calo di 57 unità i pazienti in terapia intensiva in Italia nelle ultime 24 ore, nel saldo giornaliero tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in terapia intensiva sono 176. In totale i ricoverati in rianimazione sono ora 2.487. I pazienti in area medica – reparti ordinari – sono in calo di 185 unità rispetto a ieri, portando il totale a 22.699. In totale i casi da inizio epidemia sono 2.400.598, le vittime 83.157. Gli attualmente positivi sono 535.524 (-11.535 rispetto a ieri), i guariti e i dimessi 1.781.917 (+21.428), in isolamento domiciliare ci sono persone 510.338 (-11.293).

In Lombardia 930 positivi e 57 decessi

Con 24.129 tamponi effettuati è di 930 il numero di nuovi positivi al Covid in Lombardia, con una percentuale che scende al 3,8%. Per quanto riguarda le Province, a Milano sono stati segnalati 308 casi di cui 129 in città, a Brescia 136, a Pavia e Mantova 94, a Como 59, a Varese 55. a Sondrio, 54, a Monza 31, a Lodi 29, a Bergamo 17, a Cremona 11 e a Lecco 8.

Covid: Veneto, +957 contagi e 162 vittime

Resta anche oggi sotto quota 1.000 l’aumento dei contagi Covid in Veneto, esattamente + 957 nelle ultime 24 ore, ma è ancora molto alto il numero dei decessi, 162 in più di ieri. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia fa superare al Veneto la quota simbolica dei 300.000 (300.127), mentre quello dei morti arriva a a 8.187. Prosegue la discesa dei ricoverati negli ospedali: ad oggi sono 2.603 (-58) i pazienti Covid nei reparti non critici, e 339 (-15) quelli nelle terapie intensive.

359 positivi nelle Marche in 24ore

Sono 359 i positivi al Covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24ore nel percorso nuove diagnosi (2.481 tamponi). Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24ore “sono stati testati 4.502 tamponi: 2.481 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.002 nello screening con percorso Antigenico) e 2.021 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 14,5%)”. Tra i 1.002 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 51 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%”. Dei 359 positivi, 115 sono in provincia di Ancona, 107 in quella di Pesaro Urbino, 57 in quella di Macerata, 38 in quella di Fermo, 22 in quella di Ascoli Piceno e 20 fuori regione. Questi casi comprendono 44 soggetti sintomatici, contatti in setting domestico (68), contatti stretti di casi positivi (97), contatti in setting lavorativo (24), contatti in ambienti di vita/socialità (19), contatti in setting assistenziale (6), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (8), screening percorso sanitario (3). Per altri 90 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

9 decessi e 30 ricoveri in rianimazione in Alto Adige

Sono 9 i decessi per Covid (820 in totale) nelle ultime 24 ore comunicati dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige. Su 1.206 tamponi pcr (molecolari) sono stati registrati 97 nuovi casi positivi. Altri 339 sono risultati positivi ai 6.192 test antigenici effettuati. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 212, quelli ricoverati nelle strutture private convenzionate sono 155. I pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes sono 13, mentre ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 30. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.563.

In Basilicata 61 positivi e otto decessi

In Basilicata ieri sono stati analizzati 752 tamponi molecolari: 61 sono risultati positivi al coronavirus ma di questi solo 58 appartengono a persone residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati otto decessi, con il totale delle vittime lucane salito a 294. Nel bollettino quotidiano è inoltre reso noto che ieri sono stati processati 1.157 tamponi con test antigenico. Scende da 90 a 82 il numero delle persone ricoverate negli ospedali, da sei a cinque quello dei posti occupati nelle terapie intensive. Con 13 guariti (in totale 5.172) i lucani attualmente positivi sono 6.725 (6.643 in isolamento domiciliare). Dall’inizio dell’epidemia in Basilicata sono stati analizzati 200.646 tamponi, 185.833 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 125.394 persone.

In Abruzzo 113 nuovi casi e 9 morti

Sono 113 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 2.842 tamponi: è risultato positivo il 3,98% dei campioni, valore più basso dall’inizio dell’anno. La percentuale scende al 2,7% se si considerano anche i test antigenici, che sono 1.306 in più rispetto a ieri e 8.502 in totale. Si registrano nove decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.342. Scende il dato complessivo sui ricoveri, che passano da 497 a 487, ma aumentano le terapie intensive, che tornano ai valori di un mese fa. I nuovi positivi hanno età compresa tra uno e 101 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 22: uno in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 9 in provincia di Teramo. I nove decessi recenti, tre dei quali relativi ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl, riguardano persone di età compresa tra 67 e 96 anni: due in provincia di Chieti, uno in provincia di Teramo, cinque in provincia dell’Aquila e uno in provincia di Pescara. Gli attualmente positivi sono 336 in meno e scendono a quota 11.046: 443 pazienti (-11 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 44 (+1, con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.559 (-326) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 27.147 (+440). Dei 39.535 casi complessivi abruzzesi, 11.772 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+15 rispetto a ieri), 8.687 in provincia di Chieti (+14), 8.142 in provincia di Pescara (+52), 10.425 in provincia di Teramo (+36), 342 fuori regione (+3) e 167 (-7) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

5 decessi in Trentino, 46 ricoveri in rianimazione

Sono 5 i nuovi decessi per Covid in Trentino, si tratta di 3 donne e di 2 uomini, di età compresa fra 71 e 87 anni. Si registrano 35 nuovi casi positivi al tampone molecolare (su 2.038 test) e 108 all’antigenico (su 998 test rapidi). Sono invece 327 le positività confermate da molecolare di persone il cui contagio era stato intercettato nei giorni scorsi dai test rapidi. Dei positivi di oggi, 61 sono asintomatici e 73 pauci sintomatici, tutti seguiti a domicilio. Ci sono 2 bambini tra 0-2 anni ed 1 tra 3-5 anni: in totale sono 18 i nuovi casi di bambini o ragazzi in età scolare e le classi in quarantena salgono a 21. Sono 23 invece i nuovi contagi fra ultra settantenni. Con l’inizio di una nuova settimana aumentano anche le dimissioni dagli ospedali: ieri sono state 25, numero di gran lunga superiore ai nuovi ingressi che sono stati 10: attualmente quindi nei vari reparti sono ricoverati 317 pazienti Covid (ieri erano 333), di cui 46 in rianimazione (dato invariato rispetto a ieri). Uno sguardo infine al piano vaccinazioni: questa mattina risultavano somministrate 11.574 dosi, di cui 3.127 ad ospiti di residenze per anziani.

Articolo in aggiornamento