Due chili di marijuana in casa, arriva l’inevitabile arresto

Un uomo di 43 anni di Cittanova, in provincia di Vibo Valentia, è stato arrestato dai carabinieri. Teneva in casa un chilo e 800 grammi di marijuana, suddivisa in diversi barattoli di vetro.

La merce sequestrata dai carabinieri – meteoweek.com

Un chilo e 800 grammi di marijuana, detenuta in casa per fini di spaccio. Era questa la quantità piuttosto ingente di sostanza stupefacente che è costata l’arresto a un uomo di 43 anni. Siamo a Cittanova, località in provincia di Vibo Valentia, dove i carabinieri della stazione locale sono entrati in azione nelle scorse ore per interrompere l’attività criminosa del 43enne. Il soggetto era già noto alle forze dell’ordine, sempre per reati legati alla detenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti. E la nuova attività dell’uomo è stata punita ancora una volta.

Tra le altre cose, il 43enne di Cittanova è stato arrestato in flagranza di reato. Dopodichè è stato condotto nella sua abitazione, dove sono entrati in azione i carabinieri delle unità specializzate del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia. Nel corso della perquisizione i cani anti-droga hanno fiutato di sospetto. Ed è stato quello il momento in cui sono stati scoperti due barattoli in vetro, contenenti circa 300 grammi di marijuana ciascuno. Nel prosieguo della perquisizione è stata trovata un’altra quantità di sostanze stupefacenti, per un conteggio complessivo di un chilo e 800 grammi.

Leggi anche -> Droga, sgominata piazza di spaccio da 10mila euro al giorno: 22 arresti

Entrando più nello specifico, i carabinieri hanno scoperto in altri ambienti della casa la marijuana residua. Sopra a un armadio, infatti, i cani dell’unità cinofili hanno scoperto quattro sacchetti di cellophane. Nel complesso, in essi vi era un ulteriore chilo e mezzo di cannabis. I sacchetti erano nascosti all’interno di uno scatolone che conteneva tende da campeggio e altro materiale per il bivacco. Ma seppur non facili da vedere, i sacchi erano facilmente reperibili grazie all’infallibile fiuto degli animali al seguito delle forze dell’ordine.

Leggi anche -> «Ve la farò pagare»: la minaccia del pusher ai testimoni dello spaccio

Il locale in cui era presente la marijuana, che era di fatto pronta per essere spacciata per le vie di Cittanova, era attiguo all’abitazione del 43enne. Quest’ultimo è stato dunque arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Oltre alla droga che è stata rinvenuta nel locale ufficialmente disabitato, i carabinieri hanno posto sotto sequestro anche la strumentazione di pesatura e sminuzzamento della stessa sostanza. In queste ore verranno effettuate, presso il RIS di Messina, le necessarie analisi tossicologiche.