Bollettino coronavirus 25 gennaio: 8.561 nuovi casi e 420 decessi

Il bollettino del ministero della Salute di oggi 25 gennaio con i primi dati riguardanti l’epidemia di Covid-19 in Italia. Gli aggiornamenti dalle Regioni.

Il bollettino del ministero della Salute di oggi 25 gennaio dichiara 8.561 nuovi casi e 420 decessi. In base ai dati del bollettino del ministero della Salute, gli attualmente positivi in Italia sono 491.630, con un calo di 7.648 rispetto a ieri. Dall’inizio dell’epidemia sono invece 1.897.861 i pazienti dimessi o guariti, con un incremento nelle ultime 24 ore di 15.787.

Sono 143.116 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri, erano stati 216.211. Il tasso di positività continua lievemente a salire ed è ora al 5,98% (ieri era al 5,3%).

Salgono ancora i ricoveri in terapia intensiva e tornano a crescere anche quelli nei reparti ordinari. Sono 2.421 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 21 in più nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri, sono 150. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 21.424 pazienti, in aumento di 115 unità rispetto a ieri.

Il contagio in Veneto

Sono dati in netto calo quelli del bollettino Covid odierno in Veneto. Il report regionale riferisce di 533 contagi nelle ultime 24 ore e 43 decessi. Numeri che portano il totale degli infetti da inizio epidemia a 306.206, e quello delle vittime a 8.602. Prosegue la discesa dei ricoveri negli ospedali, dove sono circa 2.500 i posti letto occupati da malati Covid. Nei reparti medici si trovano oggi 2.243 pazienti (-33), nelle terapie intensive 313 (-1). Deflette anche il numero dei soggetti attualmente positivi: sono 44.519 (-1.187)

Marche, 200 positivi ‘molecolare’ e 50 ‘antigenico’

Nelle ultime 24ore nelle Marche 200 positivi al coronavirus rilevati nel percorso nuove diagnosi: 90 in provincia di Ancona, 49 in provincia di Macerata, 28 in provincia di Pesaro-Urbino, 26 nel Fermano e 7 in provincia di Ascoli Piceno. Il Servizio Sanità della Regione comunica che nell’ultima giornata sono stati testati 2.976 tamponi: 1.862 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.115 nello screening con percorso Antigenico) e 1.114 nel percorso guariti (rapporto positivi/testati pari al 10,7%)”. Nel Percorso Screening Antigenico in base ai “1.115 test, riscontrati 50 positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%”. Tra i positivi al molecolare 31 soggetti con sintomi. I casi comprendono anche contatti in setting domestico (33), contatti stretti di positivi (57), in setting lavorativo (10), in ambienti di vita/socialità (12), in setting assistenziale (3), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (5), screening percorso sanitario (4). Per altri 45 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Altre 4 vittime in Alto Adige e 200 nuovi positivi

Continua a crescere il bilancio delle vittime del Covid-19 in Alto Adige: l’Azienda sanitaria provinciale segnala altri quattro decessi nelle ultime 24 ore che portano il totale, dall’inizio dell’emergenza sanitaria a 845. I laboratori dell’Azienda hanno accertato anche 131 nuovi casi positivi sulla base di 1.003 tamponi pcr, 351 dei quali nuovi test. A questi si aggiungono 69 test antigenici positivi su 1.666 effettuati, per cui il totale delle nuove infezioni accertate nelle ultime 24 ore è di 200. Sono in aumento i ricoveri: i pazienti Covid 19 assistiti nelle terapie intensive sono 28 (3 in più rispetto ad ieri), nei normali reparti ospedalieri 239 (13 in più), nelle strutture private convenzionate 161 (1 in più) e in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes 18. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.899 (95 in più). I guariti da Pcr sono 22.381 (120 in più) oltre a 1.589 persone (una in più) che avevano un test dall’esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Risultano, inoltre, guarite per indagine epidemiologica 8.312 persone.

Risale la curva dei contagi in Campania, venti morti

Risale la curva dei contagi in Campania. Secondo i dati del bollettino dell’Unità di crisi delle ultime 24 ore i positivi sono 754 (24 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui 7 sintomatici. I tamponi effettuati sono 8.384 (di cui 761 antigenici). Il rapporto positivi/test risale all’8,99% rispetto al 6,59% precedente, Venti le persone che sono decedute mentre i guariti sono 646. Sono 105 le persone in terapia intensiva su una disponibilità di 656 posti letto di disponibili;,I posti letto di degenza occupati sono 1.455 su una disponibilità di 3.160.

207 nuovi casi e tre morti in Sardegna

Salgono a 37.258 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 207 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 555.999 tamponi per un incremento complessivo di 3.240 test rispetto al precedente bollettino. Si registrano anche tre decessi (952 in tutto). Sono invece 472 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+8 rispetto al dato di ieri), 48 (+3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.483. I guariti sono complessivamente 18.856 (+300), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 447. Sul territorio, dei 37.258 casi positivi complessivamente accertati, 8.567 (+50) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.146 (+28) nel Sud Sardegna, 3.040 (+36) a Oristano, 7.486 (+46) a Nuoro, 12.019 (+47) a Sassari.

Piemonte; 600 positivi, cresce dato ricoveri

Numeri in crescita dei ricoverati Covid, nel bollettino di oggi dell’Unità di crisi della Regione Piemonte. I pazienti in terapia intensiva sono 163 (+ 7 rispetto a ieri), negli altri reparti Covid 2364 (+ 19 rispetto). I casi di positività accertati con 10313 tamponi 5146 antigenici) sono 600 con un rapporto del 5,8%; la quota di asintomatici è 41,3%. I decessi sono 21, di cui 4 relativi a oggi. I guaiti +707, le persone in isolamento domiciliare 10.674.

In Emilia-Romagna salgono i ricoveri, altri 76 morti

Mentre si mantiene su valori stabili l’aumento giornaliero dei nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna, risalgono i ricoveri di pazienti con Covid-19 e in regione si contano altre 76 vittime, per un totale di quasi 9.200 da inizio pandemia. Secondo il bollettino quotidiano della Regione sono 1.164 i nuovi contagi su un totale di 10.436 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Età media 47 anni. Circa la metà dei casi sono persone asintomatiche individuate nelle attività di contact tracing e screening. In aumento i pazienti ricoverati: in terapia intensiva sono 222 (tre in più rispetto a ieri) e negli altri reparti sono 2.422 (+39). Prosegue anche la campagna vaccinale, pur con priorità ai richiami e ai degenti delle Rsa per via del taglio nelle consegne da Pfizer-BioNTech: alle 16 risultano vaccinate 133.985 persone, di cui 4.024 oggi.

32 morti e 401 nuovi positivi in Puglia

Ci sono 32 vittime e 401 nuovi casi di infezione al Covid-19 registrati in Puglia su 3.949 test eseguiti. Il tasso di positività è al 10,1%, più basso rispetto all’11,06% di ieri. Il numero di tamponi fatto è più basso del solito come avviene sempre successivamente al week end. Dei nuovi positivi 135 sono in provincia di Foggia, 130 in provincia di Bari, 64 in provincia di Lecce, 21 in provincia di Brindisi, 21 nella provincia BAT, 30 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Sedici delle vittime vivevano in provincia di Bari, 8 in provincia di Foggia, 4 in provincia BAT, 3 in provincia di Taranto e una in provincia di Brindisi. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.253.021 test; 59.097 sono i pazienti guariti e 54.382 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 116.511.

Lazio, 874 casi, Roma sotto quota 500

“Oggi su oltre 8 mila tamponi nel Lazio (-3.461) e oltre 12 mila antigenici per un totale di oltre 20 mila test, si registrano 874 casi positivi (-182), 40 decessi (+24) e +2.558 guariti. Diminuiscono i casi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive”. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato “Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4% – prosegue D’Amato -. I casi a Roma città rimangono sotto quota 500. Superata la soglia dei 3 milioni di tamponi molecolari effettuati”.

Articolo in aggiornamento