Stop a due pescherecci egiziani al largo di Lampedusa

La Guardia di Finanza ha sorpreso due pescherecci egiziani a pescare illegalmente nelle acque territoriali, a largo di Lampedusa. Il primo è stato avvistato venerdì scorso da un elicottero delle fiamme gialle, mentre stava pescando a strascico a sole 4 miglia dall’isola pelagica. Subito due guardacoste della Gdf sono intervenute, ma già una di loro stava operando su un barcone proveniente dalla Libia, carico di migranti. I finanzieri e i militari hanno immediatamente sequestrato il peschereccio e lo hanno scortato in un porto. Lì, hanno sequestrato anche l’intera attrezzatura da pesca e denunciato i 15 componenti dell’equipaggio, tutti cittadini egiziani per pesca di frodo in acque nazionali. Domenica sera è avvenuto un episodio analogo. Questa volta il peschereccio egiziano era a 11 miglia dalla costa ed è stato, avvistato al radar dalla marina militare. L’intervento del pattugliatore delle fiamme gialle è stato immediato. I due pescherecci, alla fine, sono stati rilasciati e hanno ripreso il largo.

Leggi anche: Doping, traffico di farmaci illegali: 2 arresti e 5 indagati

Peschereccio