Bollettino coronavirus 1 marzo: 13.114 nuovi contagi, 246 decessi

Il bollettino del ministero della Salute di oggi 1 marzo con i dati riguardanti l’epidemia di Covid-19 in Italia.

Bollettino coronavirus 1 marzo – Meteoweek

Il bollettino del ministero della Salute di oggi 1 marzo, dichiara 13.114 nuovi contagi, 246 decessi. Sono 170.633 i test (molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto ai 257.024 di ieri. Il tasso di positività è al 7,6%, in aumento rispetto al 6,8% di ieri.

Sono 2.231 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, con un aumento di 58 unità rispetto a ieri, nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo il ministero della Salute, sono 171 (ieri erano 131). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 19.112 persone, 474 in più rispetto a ieri.

Ad oggi in Italia ci sono 424.333 attualmente positivi, 1.966 in più rispetto a ieri. Dall’inizio dell’emergenza, sono complessivamente 2.416.093 i dimessi e i guariti, con un incremento nelle ultime 24 ore di 10.894.

Veneto, +603 contagi e 5 decessi in 24 ore

Sono 603 i nuovi contagi Covid registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, e solo 5 i decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Si tratta di numeri che, come di consueto nei fine settimana, potrebbero risentire di un ritardo nel caricamento dei dati nella macchina sanitaria. Il totale degli infetti da inizio epidemia sale così a 334.250, quello delle vittime a 9.852. Dopo il rialzo dei ricoveri evidenziato ieri torna a calare il numero dei pazienti Covid nelle aree non critiche degli ospedali: sono 1.195 (-7), nelle terapie intensive si trovano invece 139 malati (-2). I soggetti attualmente positivi in regione sono 24.910 (+391).

In Puglia 29 morti e 631 positivi, il 13,47% dei test

Su 4686 test per l’infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 631 casi positivi (tasso di positività del 13,47%) e 29 decessi. I nuovi positivi sono stati registrati: 292 in provincia di Bari, 25 in provincia di Brindisi, 10 nella provincia BAT, 116 in provincia di Foggia, 84 in provincia di Lecce, 100 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione, 2 provincia di residenza non nota. I 29 decessi sono avvenuti: 7 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 6 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.561.952 test. 110.767 sono i pazienti guariti. 32.962 sono i casi attualmente positivi.

In Toscana altri 18 decessi

E’ di 877 nuovi casi, età media 41 anni, e di altri 18 decessi, età media 78,3 anni, l’aggiornamento della situazione Covid nelle 24 ore in Toscana dove così i positivi conosciuti salgono a 157.112 persone (+0,6%) e le vittime totali a 4.686 persone. I guariti – saldo di 443 nelle 24 ore (ma sono 459 le guarigioni complete a tampone negativo) – crescono dello 0,3% (sempre meno in percentuale rispetto ai nuovi positivi) e raggiungono quota totale 133.961. Gli attualmente positivi sono oggi 18.465 (+2,3% su ieri) di cui ricoverati 1.122 (+45 su ieri pari al +4,2%, 172 di loro in terapia intensiva cioè quattro in più) e 17.343 invece in isolamento a casa con sintomi lievi o asintomatici (+371 su ieri pari al +2,2%). Ci sono 37.508 persone (+782 su ieri, +2,1%) in quarantena domiciliare per sorveglianza attiva dopo contatti con persone contagiate.

In Basilicata in due giorni 179 positivi, tre decessi

In Basilicata – che da oggi è zona rossa – nello scorso fine settimana sono stati analizzati 2.742 tamponi molecolari: 179 sono risultati positivi al coronavirus e di questi 172 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 48 ore sono stati registrati tre decessi, con il totale delle vittime lucane salito a 362. Sono 96 le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali nove in terapia intensiva, cinque al San Carlo di Potenza e quattro al Madonna delle Grazie di Matera. Con 28 guarigioni registrate nel fine settimana, il numero dei lucani attualmente positivi è di 3.877 (3.781 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 11.042. Dall’inizio dell’epidemia in Basilicata sono stati analizzati 240.851 tamponi molecolari, 222.788 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 147.466 persone.

Bollettino coronavirus 1 marzo – Meteoweek

446 positivi in 24 ore nelle Marche

Sono 446 i positivi al covid rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche tra le nuove diagnosi, di cui ben 295 in provincia di Ancona. Secondo il Servizio Sanità della Regione Marche nelle ultime 24 ore “sono stati testati 3.020 tamponi: 1.817 nel percorso nuove diagnosi (di cui 189 nello screening con percorso Antigenico) e 1.203 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 24,5%)”. Oltre ai 295 positivi della provincia di Ancona ce ne sono 77 in quella di Macerata, 46 in quella di Fermo, 14 in quella di Ascoli Piceno, 7 in quella di Pesaro Urbino e 7 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (61), contatti in setting domestico (89), contatti stretti di casi positivi (157), contatti in setting lavorativo (8), contatti in ambienti di vita/socialità (4), contatti in setting assistenziale (5), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (13) screening percorso sanitario (2). Per altri 107 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 189 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 25 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 13%”.

In Friuli Venezia Giulia 172 casi su 2.047 test, 3 decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.587 tamponi molecolari sono stati rilevati 145 nuovi contagi con una percentuale di positività del 9,14%. Sono inoltre 460 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 27 casi (5,87%). I decessi registrati sono 3; i ricoveri nelle terapie intensive sono 62 (ieri 61) mentre quelli in altri reparti risultano essere 373 (ieri 361). Lo comunica il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.844, con la seguente suddivisione territoriale: 639 a Trieste, 1.422 a Udine, 595 a Pordenone e 188 a Gorizia. I totalmente guariti sono 61.964, i clinicamente guariti 2.014, mentre le persone in isolamento oggi risultano essere 9.727. Dall’inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive complessivamente 76.984 persone con la seguente suddivisione territoriale: 14.797 a Trieste, 35.331 a Udine, 16.857 a Pordenone, 9.104 a Gorizia e 895 da fuori regione.

Bollettino coronavirus 1 marzo – Meteoweek

Su contagi e ricoveri in Emilia-Romagna, quasi 2.600 nuovi casi

In Emilia-Romagna salgono i contagi giornalieri, sfiorando i 2.600 anche oggi, picchi che non si vedevano da metà novembre e inizi di gennaio. Dal bollettino della Regione emerge che i nuovi positivi delle ultime 24 ore sono 2.597 nuovi positivi sulla base di 12.463 tamponi. Età media in calo, di 41 anni. Ancora 23 le vittime in regione e i ricoveri pure schizzano: 120 in più sono i pazienti da ieri nei reparti Covid (per un totale di 2.375) e nove in più nelle terapie intensive, per un totale di 236. Quanto alle province, Bologna con 768 nuovi casi più 117 del distretto Imolese sono il territorio dove la pandemia sta colpendo di più negli ultimi giorni. A seguire la provincia di Modena (con 533 nuovi casi), poi Reggio Emilia (270), Ravenna (181), Cesena (177), Rimini (174), Parma (173). Seguono le province di Ferrara (94), Forlì (68) e Piacenza (42). La campagna vaccinale prosegue. Oggi tra l’altro il via alle prenotazioni dei vaccini per gli anziani tra 80 e 85 anni. Alle 15, complessivamente, sono state somministrate 393.791 dosi. Gli immunizzati totali, con due dosi, sono 139.290 emiliano-romagnoli.

Lazio, 1044 casi, allarme per aumento ricoveri

Nel Lazio su oltre 9 mila tamponi (-6.069) e oltre 6 mila antigenici per un totale di oltre 15 mila test, si registrano 1.044 casi positivi (-297), 28 decessi (+16) e +1.094 i guariti. Diminuiscono i casi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi e’ a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale e’ sotto al 6%. I casi a Roma citta’ sono a quota 500. “Aumentano i ricoveri un segnale di forte attenzione'”, dice l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.

Articolo in aggiornamento