Credit Suisse, giù le prime teste per la débâcle del fondo Archegos

Dopo gli errori delle recenti settimane si prevede un taglio dei bonus ai dirigenti. Cadono le prime teste nella direzione generale

Credit Suisse-Meteoweek.com

Arrivano i primi tagli nella direzione generale di Credit Suisse, dopo il caso Greensill, società finanziaria britannica andata in fallimento. Brian Chin, specialista dell’investment banking e la Chief Risk and Compliance Officer Lara Warner stanno per lasciare i loro incarichi. A sostituire Chin ci sarà Christian Meissner, mentre la Warner sarà sostituita da Joachim Oechslin, con incarico ad interim.

Credit Suisse, sulla stessa scia degli scandali che hanno investito la banca negli ultimi tempi, stima una perdita di 900 milioni di franchi nel primo trimestre del 2021. Alla base della scelta del gruppo bancario anche la débâcle del fondo americano Archegos Capital Management. Di questo caso, di cui si è scoperto la scorsa settimana, non vi è menzione espressamente da parte della banca. Sembra che Warner e Chin fossero coinvolti in modo diretto negli scandali. Nei 900 milioni di franchi di cui si stima la perdita sarebbe incluso anche  un onere di 4,4 miliardi collegati al fallimento del fondo speculativo statunitense.

Leggi anche:—>Covid, dieci indagati per le morti nelle case di riposo in Valle D’Aosta

È inoltre previsto un taglio dei bonus per gli alti dirigenti della Credit Suisse e il discarico del Consiglio di Amministrazione non comparirà nell’ordine del giorno dell’Assemblea generale. Il presidente del cda, Urs Rohner, dovrà rinunciare a una retribuzione detta “Chair fee” di  1,5 milioni di franchi.

Credit Suisse ha anche apportato delle modifiche alla proposta di dividendo, che passa a un dividendo di 10 centesimi al posto di 29,17 centesimi previsti inizialmente.

Per ciò che concerne le dimissioni dei membri del Cda e della Direzione generale, il Cda ha ritirato la propria proposta in vista dell’Assemblea generale, poiché si pensa che «sia nell’interesse degli azionisti prendere in considerazione questa proposta quando le indagini interne sui recenti sviluppi saranno concluse e i risultati comunicati».