Giallo sull’uccisione di Vincenzo Rossi, accoltellato in casa: forse c’è un sospettato

Vincenzo Rossi, di 91 anni, è stato ucciso a coltellate nella sua abitazione di Torino. L’uomo, nato in provincia di Mantova, viveva dagli anni Sessanta al quinto piano di un condominio di via Tripoli, al civico 4.

Giallo sull’uccisione di Vincenzo Rossi – Meteoweek

Questo pomeriggio i carabinieri sono dovuti intervenire a causa delle forti urla provenienti dall’appartamento dell’anziano. A segnalare il fatto, i vicini: “Venite, sentiamo delle urla”, questa la richiesta giunta al 112. Quando i militari sono giunti sul posto, hanno trovato la porta di casa chiusa, l’appartamento perfettamente in ordine, ma l’anziano deceduto, con un coltello da cucina conficcato nella nuca. Ci sarebbe un sospettato.

Il sospettato

I carabinieri non escludono nessuna ipotesi al momento, stanno analizzando i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona, che riprenderebbero un uomo, con il volto coperto dalla mascherina, allontanarsi di gran fretta dalla zona del delitto. Secondo indiscrezioni, non ufficialmene confermate, l’uomo sarebbe entrato in una tabaccheria per farsi cambiare una banconota sporca di sangue. L’unica certezza, al momento, sembra escludere dalle indagini la tentata rapina, poiché l’appartamento è stato trovato perfettamente in ordine e non sembrerebbe mancare nulla.

Le testimonianze dei vicini

Giallo sull’uccisione di Vincenzo Rossi – Meteoweek

LEGGI ANCHE: Viene ucciso davanti al figlio per aver dato uno schiaffo al boss. Due arresti

“Era una persona seria e buona, sappiamo che aiutava i bisognosi”, le testimonianze dei vicini di casa della vittima, che non era sposato e viveva da solo. “Andava a comprare al supermercato qui vicino, quando lo incrociavo salutava sempre – ha dichiarato una signora del palazzo – L’ultima volta con mio marito l’abbiamo visto prima di Pasqua”. Non vi sono ancora molte informazioni sulla vita privata dell’anziano. “Era molto riservato, qualche volta l’ho visto con una nipote, in altre mi sembra ci fosse un ragazzo ad aiutarlo con la spesa – ha rivelato la vicina – ma non so davvero nulla”. Sul posto anche il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Francesco Rizzo.

LEGGI ANCHE: Nicola, 28enne, paga il suo funerale e si suicida prima del processo

Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Eugenia Ghi. I primi accertamenti dei militari del nucleo investigativo del Comando di Torino, insieme al medico legale Paola Estivi incaricato dalla procura di effettuare l’autopsia, confermano che l’anziano è stato accoltellato. Almeno quattro i fendenti, tra cui quello alla nuca.