Sì ai vaccini nelle aziende. Firmato il protocollo: a chi è rivolto e i costi

Firmato il Protocollo che permetterà alle aziende interessate di attivare dei punti speciali nel luogo di lavoro per vaccinare i dipendenti interessati. L’adesione sarà volontaria. 

È arrivato l’ok ai vaccini nelle aziende. Governo e parti sociali hanno sottoscritto il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali per l’attivazione di punti straordinari per la vaccinazione contro il Covid nel luogo di lavoro. Possono, dunque, iniziare le vaccinazioni anche sul posto di lavoro con il supporto dei medici aziendali e dell’Inail.

A chi è rivolto?

L’iniziativa riguarda tutti i lavoratori, a prescindere dal tipo di contratto che li lega all’azienda, e ai datori di lavoro. Questi ultimi, con il supporto o il coordinamento delle Associazioni di categoria di riferimento, possono dare la loro disponibilità a voler allestire un punto “speciale” all’interno dell’azienda per vaccinare lavoratori e lavoratrici interessati. L’adesione non è obbligatoria, ma volontaria.

LEGGI ANCHE: Viene ucciso davanti al figlio per aver dato uno schiaffo al boss. Due arresti

I costi

I datori di lavoro dovranno coprire economicamente la realizzazione e la gestione dei piani aziendali così come i costi di somministrazione. I costi della fornitura dei vaccini, dei dispositivi utili per poter fare il vaccino come siringhe e aghi così come gli strumenti necessari per poter registrare le vaccinazioni effettuate, spettano ai Servizi sanitari regionali. All’interno del Protocollo aggiornato sulla sicurezza si ribadisce l’uso della mascherina e il rispetto del distanziamento sociale. Viene, inoltre, ribadito di preferire lo smart working al lavoro in presenza laddove possibile. Novità riguarda il rientro al lavoro dopo il contagio da Covid-19. È stato stabilito, dunque, che il rientro «avverrà secondo le modalità previste dalla normativa vigente. […] I lavoratori positivi oltre il 21° giorno saranno riammessi a lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico».